/ Economia

Economia | 17 aprile 2020, 17:47

Coronavirus, la tecnologia di BTicino per gli ospedali di Milano e Bergamo

L'azienda varesina ha realizzato la soluzione "testaletto" per i 72 posti della terapia intensiva del nosocomio orobico e il sistema di chiamata infermieristica per la non intensiva per quello milanese, dov'è presente anche un sistema di cablaggio strutturato.

Coronavirus, la tecnologia di BTicino per gli ospedali di Milano e Bergamo

C'è anche la tecnologia varesina di BTicino in alcune soluzioni elettriche utilizzare negli ospedali di Bergamo e in quello realizzato alla Fiera di Milano. 

«In questo momento estremamente drammatico per il Paese ognuno di noi, azienda o cittadino che sia, cerca di mettere a disposizione le proprie capacità e il proprio know-how, continuando a fare ciò che sa fare meglio» commentano dalla BTicino.

Seguendo questa filosofia, BTicino ha fornito delle soluzioni tecniche specifiche in tempi da record, nonostante le difficoltà operative e logistiche, per la messa in opera dei due ospedali realizzati alla fiera di Milano e a quella di Bergamo.

«In particolare - raccontano dall'azienda varesina - per i 72 posti di Terapia intensiva dell'ospedale di Bergamo la soluzione testaletto e, per i restanti 80 posti di Terapia non intensiva, il sistema di chiamata infermieristica, oltre alle soluzioni UPS per garantire la continuità elettrica. Nell'ospedale di Milano, invece, è stato fornito, oltre al sistema di chiamata infermieristica, una soluzione di cablaggio strutturato per un totale di 170 posti letto».

«Siamo comunque consapevoli che il nostro apporto non sia assolutamente comparabile a quello di tutti i volontari che hanno donato le loro capacità e il loro tempo, mettendo a rischio anche la propria salute, per costruire questi due ospedali a dimostrazione della forza di volontà dell'Italia. A loro vanno il nostro ringraziamento e la nostra ammirazione» concludono dalla BTicino. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore