/ Varese

Che tempo fa

Cerca nel web

Varese | 15 febbraio 2020, 17:04

FOTO. I melograni fioriscono nelle Pediatrie degli ospedali della provincia

Per la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile, in contemporanea negli ospedali di Varese, Cittiglio, Tradate, Busto Arsizio e Saronno i piccoli pazienti hanno hanno fatto germogliare e prosperare i melograni, riempiendoli di fiori e frutti, simboli di buon auspicio e di unione

FOTO. I melograni fioriscono nelle Pediatrie degli ospedali della provincia

Il 15 febbraio ricorre la XIX Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile, da 25 anni attiva in Italia con politiche a sostegno dei bambini e degli adolescenti colpiti. Anche Il Ponte del Sorriso ha partecipato come ogni anno a questo evento. 

Per tutta la settimana i bambini ricoverati nelle Pediatrie della provincia, hanno lavorato con entusiasmo per preparare enormi alberi di cartone riempendoli di foglie e hanno realizzato tantissimi fiori e frutti dai colori allegri. In ogni reparto i bambini hanno dato sfogo alla loro fantasia colorando i tronchi e mettendo anche uccellini e gufetti. 

In contemporanea nelle Pediatrie di Varese, Cittiglio, Tradate, Busto Arsizio, Saronno e nella Neuropsichiatria Infantile di Varese,  i bambini hanno hanno fatto germogliare e prosperare i melograni, riempendoli di fiori e frutti, simboli di buon auspicio e di unione. Tanto colore e calore per dire ai bimbi ammalati “Forza siamo con voi”. Insieme a noi c’erano i claun dell’associazione I Colori del Sorriso.

In modo giocoso i bambini hanno capito che esistono malattie gravi ma che si possono combattere. I volontari de Il Ponte del Sorriso, infatti, hanno parlato ai genitori e ai bambini del significato della giornata e di tumori infantili, senza appesantire ma portando un messaggio di speranza e di fiducia nel futuro. Come i melograni spogli sono diventati rigogliosi, così i bambini che stanno lottando possono trovare l’energia vitale per affrontare la malattia e rifiorire.

«E’ stata l’occasione per ribadire che tutti i bambini del mondo hanno diritto alle cure - sottolinea Emanuela Crivellaro - Se, infatti, nei paesi avanzati ed industrializzati si raggiungono punte di guarigione dell’80%, purtroppo in molte nazioni meno prosperose non si raggiunge il 20% di guarigione. Anche la ricerca in campo pediatrico deve essere potenziata. E’ vero che, per fortuna, il cancro infantile è una malattia rara, ma questo non deve giustificare l’enorme divario, anche in campo farmacologico, tra l’investimento economico sui tumori infantili e quello sull’oncologia degli adulti».
Tutti, grandi e piccini, hanno stampato sul proprio corpo il nastrino dorato, emblema delle battaglie i piccoli ammalati devono combattere.

Dopo aver fatto i giardinieri e fatto sbocciare i melograni, i bambini e i genitori si sono ritemprati dalla fatica con gustosissimi succhi di frutta gentilmente offerti da COOP Lombardia, naturalmente rigorosamente al gusto di melograno. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore