Varese - 13 marzo 2021, 09:40

VIDEO. «Perché si dice bosino? Tutto nacque da Milano per definire la gente di campagna... e finì agli abitanti del centro di Varese»

La Famiglia Bosina racconta, grazie ad Antonio Borgato, l'origine del termine che «non ha nulla a che vedere con la Val Bossa...» e ci propone un'antica poesia bosina del 1756 recitata da Lidia Munaretti

VIDEO. «Perché si dice bosino? Tutto nacque da Milano per definire la gente di campagna... e finì agli abitanti del centro di Varese»

Secondo appuntamento con lo spazio dedicato alla riscoperta di tradizioni, usanze e cultura della nostra città curato dalla Famiglia Bosina, l'emblema della varesinità più pura (sull'home page di VareseNoi potete trovare un'apposita rubrica che racchiude tutte le puntate de "La Famiglia Bosina racconta").

Nel video di questo sabato la Famiglia Bosina ci propone un'antica poesia bosina recitata da Lidia Munaretti, spiegandoci la vera origine del temine bosino grazie ad Antonio Borgato, che non è soltanto l'amato Re Bosino del carnevale ma anche uno straordinario cultore e divulgatore della nostra storia e delle nostre radici.

«Gli studiosi locali ritengono che la parola sia di orgine milanese - racconta Borgato - Bosino era il mezzadro, il contadino dell'alto milanese. Il termine bosino passò dal centro di Milano al contado per indicare le genti suddite di Milano. Anche nel contado la zona definita bosina andò restringendosi, al punto di rimanere limitata a quella dei soli varesini, cioè gli abitanti dell'antico borgo di Varese, specificatamente a quelli che vivono nel centro, ben distinto dalla castellanze i cui abitanti hanno altri appellativi e soprannomi. Tutto ciò nonostante il significato originale del termine fosse riferito a gente di campagna, contadini». 

Ecco la seconda puntata de "La Famiglia Bosina racconta... perché si dice bosino".



Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU