Economia - 15 giugno 2024, 09:10

L'assembla annuale di Coldiretti Varese: «La fauna selvatica tra i problemi prioritari»

Imprenditori agricoli a confronto nella sede di via Monte Rosa: approvazione del bilancio e approfondimenti sul fronte tecnico e sindacale. «Cinghiali, martedì ampia presenza del territorio davanti al Pirellone»

L'assembla annuale di Coldiretti Varese: «La fauna selvatica tra i problemi prioritari»

Assemblea annuale di Coldiretti Varese all'insegna di risultati positivi e di un forte impegno per il futuro. Il bilancio consuntivo 2023, approvato all'unanimità, evidenzia la solidità e la competitività dell'agroalimentare varesino, grazie all'impegno e al lavoro degli imprenditori agricoli e al supporto dell'organizzazione: il 2023 è stato anche l’anno in cui si sono completati i lavori della nuova sede di via Monte Rosa 34, dove la federazione provinciale si è trasferita nelle prime settimane dell’anno in corso e dove si è svolta l’assemblea ieri sera.

Priorità e sfide per il futuro. Il presidente Pietro Luca Colombo e il direttore Rodolfo Mazzucotelli hanno ribadito le priorità del mondo agricolo: in  primo piano l’emergenza fauna selvatica, con l’annuncio della mobilitazione che martedì prossimo porterà gli agricoltori lombardi – compreso il Varesotto – davanti al Pirellone. E così pure la difesa del Made in Italy, con la necessità contrastare le pratiche sleali e le multinazionali che sfruttano il marchio italiano, tutelare la Dieta Mediterranea e la biodiversità dei territori, anche nel comparto dell’ortoflorovivaismo.

Si è parlato anche di filiere agricole, in merito a cui è emersa la necessità di sostenere la filiera di mais e frumento e valorizzare ulteriormente gli altri comparti chiave, dalla zootecnia con il lattiero-caseario, all’ortofrutta, al florovivaismo.

Circa i cambiamenti climatici è stata evidenziata la necessità di attuare politiche concrete per mitigare gli effetti del cambiamento climatico e per garantire la sicurezza alimentare, mentre altrettanto importante è la tutela della redditività delle imprese con l'obiettivo di garantire reddito adeguato agli agricoltori.

Coldiretti Varese è pronta a nuove mobilitazioni per difendere il Made in Italy e il lavoro degli imprenditori agricoli. Tra le iniziative in corso, la raccolta firme #nofakeinitaly: per la rintracciabilità delle produzioni e un'etichettatura trasparente, oltre alla già ricordata mobilitazione contro i cinghiali.

L’assemblea – nel corso della quale sono intervenuti anche i rappresentanti del Consorzio Agrario Lombardo – si è conclusa con l’auspicio del presidente Colombo, che ha evidenziato come «Coldiretti Varese intende guardare al futuro con fiducia e determinazione, pronta a fianco degli imprenditori agricoli per affrontare le sfide e cogliere le nuove opportunità. L'obiettivo è quello di costruire un'agricoltura sempre più sostenibile, competitiva e capace di valorizzare le eccellenze del territorio prealpino».

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
SU