Territorio - 20 aprile 2024, 10:25

Malnate, il sindaco Bellifemine nel mirino dei no vax: «Insulti e accuse deliranti verso di me. Ho sporto denuncia»

Dopo le scritte denigratorie comparse sulla sede del Pd di Malnate, la prima cittadina uscente rivela di essere stato oggetto di attacchi via social da parte di troll e falsi profili che l'hanno messa al centro di una campagna denigratoria: «La mia denuncia doverosa per fermare l'escalation di violenza verbale di cui questo gruppo si sta rendendo colpevole»

Malnate, il sindaco Bellifemine nel mirino dei no vax: «Insulti e accuse deliranti verso di me. Ho sporto denuncia»

Il sindaco di Malnate Irene Bellifemine nel mirino dei no vax. A denunciarlo è la stessa prima cittadina con una nota, riferendo di attacchi messi a segno tramite «commenti postati da profili molto probabilmente falsi, creati ad hoc per la campagna di denigrazione digitale».

«Dopo l'incursione dell'altra notte (leggi QUI) - si legge nella nota diffusa da Bellifemine - quando la sigla VV ha imbrattato con scritte offensive la sede del PD di Malnate e del quotidiano on line Varesenews, la sindaca uscente aveva espresso solidarietà ad entrambe le realtà colpite, con una nota stampa postata poi sui propri profili social personali, e rilanciandola dalla pagina Facebook della coalizione che la sostiene alle prossime amministrative del 8 e 9 giugno». 

Questa espressione di vicinanza e civiltà non è stata gradita dal gruppo no vax, scatenando «una tempesta digitale a base di troll, pronti a copincollare commenti deliranti ed offensivi, compresi di meme che dipingono Bellifemine come una neo nazista, complice di un non meglio specificato crimine a base di "siero", ovvero il vaccino anticovid. Accomunato a lei anche il direttore di Varesenews, Marco Giovannelli, giornalista conosciutissimo anche a livello nazionale». 

«Ho già sporto denuncia presso le autorità competenti - dice Bellifemine- un passo doveroso per fermare l'escalation di violenza verbale di cui questo gruppo si sta rendendo colpevole. Rinnovo la mia vicinanza agli altri colpiti, compresi gli amici del PD, oggi avversari nella competizione elettorale. La civiltà e la correttezza, il rispetto di tutte le idee, anche quando non le condivido, sono da sempre la mia bussola politica. Qui si sta andando decisamente oltre, ma so di avere al mio fianco la Malnate civile di ogni schieramento, e confido nella perizia delle forze di polizia per individuare i colpevoli».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

SU