Territorio - 17 aprile 2024, 16:15

Donne in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata: un convegno d'eccezione all'istituto Galilei di Laveno Mombello

La scuola superiore lavenese ospita il 19 aprile una conferenza sulla legalità con una parterre di relatrici di assoluto livello come Tina Montinaro, moglie del caposcorta del giudice Falcone, Wanda Ferro, sottosegretaria all'Interno e Adriana Cammi già vicequestore di Oristano e prima donna in Italia ad aver diretto un Reparto mobile

Tina Montinaro (foto da Facebook)

Tina Montinaro (foto da Facebook)

Il 19 aprile a partire dalle 9, l'istituto superiore Galileo Galilei di Laveno Mombello ospita una conferenza, aperta a tutti fino ad esaurimento posti, sul tema del contributo delle donne nella lotta alla criminalità organizzata e per la legalità. 

La scuola ha invitato un parterre d'eccezione di relatori come Tina Montinaro, moglie dell’agente Antonio Montinaro, caposcorta del giudice Giovanni Falcone. Gli interventi previsti sono a cura del professor Leonardo Salvemini, preside Ist. G. Galilei e consigliere giuridico Commissione Eco Reati, della dottoressa Adriana Cammi, già vicequestore vicario di Oristano e prima donna in Italia ad aver diretto un Reparto mobile della dottoressa Wanda Ferro, sottosegretario al Ministero degli Interni; saranno presenti rappresentati delle istituzioni e delle forze di polizia.

I saluti istituzionali sono affidati al sindaco del Comune di Laveno Mombello Luca Santagostino. La giornata è organizzata con il patrocinio del Comune.

Da ormai più di dieci anni l’Itep “Galileo Galilei” e il suo Dirigente Prof. Leonardo Salvemini sono attivi nel settore dell’organizzazione di eventi ed incontri a tema Legalità e nella divulgazione e sensibilizzazione sulle problematiche della lotta alla criminalità organizzata, in collaborazione anche con scuole ed enti del territorio provinciale, regionale e nazionale.

In questa attività l’Istituto lavenese si è distinto ed è asceso più volte agli onori della cronaca per aver ospitato conferenze ed incontri con note e illustri personalità rappresentanti dello Stato, delle Istituzioni, della Magistratura e delle Forze dell’ordine, che hanno contribuito grandemente alla vittoria sulla mafia.

Lo scopo delle iniziative prese dall’Istituto di Laveno in questo ambito è sempre quello di contribuire a prevenire il propagarsi della criminalità organizzata partendo già dal mondo della scuola e sensibilizzando proprio i più giovani, futuro del nostro Paese. I temi affrontati nel corso degli anni hanno spaziato dal ricordo delle stragi di mafia agli illeciti sportivi, dai servizi di scorta alla lotta alle ecomafie, dal 41-bis al Maxiprocesso.

E proprio con l’obiettivo di offrire al giovane pubblico una prospettiva il più possibile ampia ed inclusiva, in questa occasione l’Itep “Galileo Galilei” ricorderà insieme ad ospiti di eccezione un altro tema attuale e decisivo: il ruolo - troppo spesso insufficientemente sottolineato dai media - delle donne nella lotta e nel contrasto alla criminalità. Scopo del dibattito sarà pertanto soprattutto spiegare come già da molti anni siano sempre più numerose le donne che hanno scelto non soltanto di non tacere di fronte ai soprusi mafiosi, ma anche di prendere parte attiva alla difesa della sicurezza e della Legalità nel nostro Paese in numerosi ruoli professionali e, come il luminoso esempio di Emanuela Loi, agente della scorta del giudice Borsellino, ci ricorda, di offrire la propria vita per il bene di tutti. Splendide figure di donne e insieme mogli, madri, militari, agenti di polizia, magistrati, che operano tutti i giorni in prima linea.

Per coloro che non assisteranno in presenza, l’evento verrà trasmesso in diretta streaming sul nostro canale Youtube e sulla pagina Facebook.  

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU