Basket - 11 febbraio 2024, 22:06

E anche il secondo "dentro/fuori" è di Varese: Pesaro ko, la zona buia va a -8

La Openjobmetis porta a casa un'importantissima sfida salvezza contro la Vuelle dopo aver superato i gironi di coppa: a Masnago finisce 91-80. La squadra di Sacchetti prova a infilarsi nei soliti alti e bassi di casa, ma non ce la fa mai del tutto: merito di 4 biancorossi in doppia cifra, capitanati da Brown, ma anche dell'indispensabile contributo di Spencer e dell'osannato Woldetensae

Foto Fabio Averna

Foto Fabio Averna

Varese fa il suo dovere: piega Pesaro e scappa a +6, anzi a +8 (visto il doppio confronto favorevole) dalla zona retrocessione.

Dopo Oradea, i biancorossi vincono il secondo “dentro o fuori” della stagione: a Masnago finisce 91-80 un match in cui la squadra di Bialaszewski comanda per l’intero arco temporale, pur riuscendo a scappare solo nel finale. 

Inizio perentorio e con ottima circolazione di palla, poi però soliti alti e bassi (in difesa, in attacco) in cui la Vuelle di Sacchetti si infila cercando di porre fine al dramma sportivo che l'ha cacciata fino al penultimo posto. I pesaresi provano ad attaccare e a fare male sotto (16 punti Mcduffie, poi espulso), 14 di Bluiett, 12 di Ford, 14 di Cinciarini), ma a poco a poco Varese - dopo aver concesso 13 rimbalzi offensivi in un solo tempo (finisce 43-51 la battaglia a rimbalzo) - si riprende e ritrova il suo gioco. Indigesto ai marchigiani.

Quattro in doppia cifre: 17 e 6 assist di Hanlan, 18 e 6 rimbalzi di Brown, 12 e 9 assist di Mannion, 12 di Moretti, ma non si possono non citare anche le prove di Spencer (12 rimbalzi e 3 stoppate), di McDermott (9 punti) e di Woldetensae (8 punti in 16 minuti), osannato dal pubblico e autore del break che spacca la partita.

La cronaca

4° quarto

Lo sprazzo di Ulaneo (4 punti e un bel rimbalzo) inaugura l’ultima frazione. McDuffie segna e si lamenta: tecnico, è il secondo, espulso. I liberi di Bamforth però valgono ancora il -6 (76-70), la tripla di Brown - invece - il +9 del 34’ (79-70). Ma non è finita: mentre la Vuelle pare alle corde, Moretti azzecca la tripla dopo due tentativi a vuoto e lo slalom di Hanlan vale il boato di Masnago: timeouti Sacchetti, ma Varese è scappata (84-70 al 35’). È il gameover: è vero che i biancorossi trovano diversi errori, ma i punti di Bluiett e Cinciarini paiono arrivare fuori tempo massimo. Due liberi di Mannion fissano l’88-75 del 38”, Pesaro perde palla: è davvero finita. Quando lo è anche per il cronometro, dopo la tripla di Virginio, il tabellone dice 91-80. 

3° quarto

Mannion, 2+1, Hanlan, tre punti, ancora Hanlan, 2+1, non arrestabile dalla difesa ospite: inizia bene Varese. Solo il Cincia prova ad opporsi, in entrata contro Mannion: al 23’ è 56-47, timeout Sacchetti. Pesaro, già in bonus, riparte con Ford e McDuffie, la Openjobmetis risponde con Mannion, Hanlan e Moretti dalla linea: 61-54 al 24’. Non si scappa dal punto a punto: Ford tiene lì Pesaro, insieme a uno stoico Cinciarini, ma Varese trova 8 punti in fila di Woldetensae (due bombe) per il 69-62 dell’ultimo minuto. In cui segna Mazzola (e Varese, con solo 2 falli a tabellone, non ne spende nemmeno uno) e non ancora Woldetensae, la cui tripla arriva fuori tempo massimo.

2° quarto

Più determinati gli ospiti al rientro in campo, soprattutto a far male ai biancorossi nel loro punto debole: la Vuelle lotta sotto canestro e trova il 2+1 di Ford e i 2 di McDuffie, ma un bel frangente di McDermott contiene i danni (35-26 al 13’). Sulla tripla di Bluiett e il -5 conseguente, però, Bialaszewski chiama minuto: la Openjobmetis ne esce comunque male, sanguinando fino al pareggio pesarese (37-37), opera di Ford e McDuffie, protagonisti anche del punto a punto successivo (39-39, 42-39) insieme ai cesti di Spencer e Brown. Il libero di Moretti e l’incursione di Mannion sembrano dare aria ai biancorossi, ma è una falsa impressione: prima l’ennesimo rimbalzo in attacco concesso, poi Cinciarini porta Moretti in post e scrive (45-42). Hanlan deraglia, Visconti spreca due dei tre tiri liberi a disposizione e Spencer segna in tap-in. Ultimo tiro in mano a Pesaro: sbaglia Ford, al 20’ è 47-43. 

1° quarto

Varese in campo con Mannion, Hanlan, McDermott, Brown e Spencer. Ritmi altissimi all’inizio, ai quali Pesaro sembra reggere con le incursioni sotto le plance di Toté e i tiri di Bamforth e Cinciarini. Quando però iniziano ad arrivare la grandinate di Brown, McDermott e il 2+1 di Mannion, Sacchetti è costretto a chiamare timeout mentre il tabellone dice 16-7 (4’). Cambia poco, per la Vuelle, che si perde in palle perse e imprecisioni, salvo il centro dalla lunga di Bluiett e un altro canestro di Bamforth: Varese, giocando come sa, ovvero in velocità e trovando una buona circolazione di palla, colpisce di nuovo con Brown e con Moretti, entrambi letali dagli angoli. Conseguenza ne é il 24-12 del 7’. I liberi di Bluiett arrivano dopo due decisioni arbitrali rivedibili, segue la bomba di Mannion e quella sulla sirena di Tambone. Al 10’ è 29-21.

Palla a due alle 20.

Fabio Gandini


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU