Malpensa - 27 giugno 2022, 14:39

VIDEO. Il ministro Giovannini: «Su Malpensa l'attenzione è massima»

Il titolare delle Infrastrutture è intervenuto oggi al convegno sul futuro dell'aeroporto organizzato a Milano da Assolombarda e Univa. Grassi: «Il sistema politico istituzionale supporti il Masterplan che è fondamentale per lo sviluppo non solo delle imprese ma anche di tutto il territorio. Sostenere Malpensa significare fare politica industriale»

VIDEO. Il ministro Giovannini: «Su Malpensa l'attenzione è massima»

La ripresa del nostro territorio e non solo del mondo delle impresa passa dallo sviluppo di Malpensa, in primis dal potenziamento dell'Area Cargo ma senza trascurare il traffico passeggeri.

Tema che è stato affrontato questa mattina a Milano, nel corso del convegno organizzato da Assolombarda e Unione degli Industriali della provincia di Varese, al quale ha partecipato, in collegamento, anche il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini.

«Il Masterplan è all'attenzione delle autorità competenti - ha detto Giovannini - c'è qualche nodo da sciogliere, ma ciò che conta è creare le condizioni per far cogliere le opportunità di business alle imprese. Su Malpensa l'attenzione è massima».

Un appoggio delle istituzioni che è stato invocato nel suo intervento dal presidente di Univa Grassi. 

«Chiediamo al sistema politico istituzionale di supportare il Masterplan di Malpensa e il relativo allargamento e crescita dell'Area Cargo così fondamentale per il futuro della nostra manifattura - ha affermato Grassi - sviluppo economico, equilibrio ambientale, tutela sociale possono rientrare in un'unica visione di sviluppo. Sostenere Malpensa vuole dire fare politica industriale per il Paese». 

Nel corso del convegno sono state presentate due ricerche sull'evoluzione del traffico cargo da Alessandro Fidato di Sea e da Massimiliano Serati della Liuc. 

Nel 2021 l'aeroporto ha rilevato una crescita del settore del 45% sul 2020 e del 36% sul 2019; Malpensa ha accolto circa il 70% delle merci in transito dagli aeroporti italiani superando le 740mila tonnellate di merci previste nella stima tra il 2024 e il 2025.  

Nel corso della mattinata si sono svolte anche due tavole rotonde cui hanno partecipato tra gli altri Armando Brunini, amministratore delegato di Sea, Pierluigi Di Palma, presidente di Enac e alcuni imprenditori del settore che con Malpensa lavorano tutti i giorni come Lorenzo Moroni, ceo dell'azienda Fives Intralogistics di Lonate Pozzolo. 

«Malpensa per quanto riguarda il settore cargo è già da anni il principale aeroporto italiano - ha affermato Brunini - potrà giocare un ruolo strategico anche a livello europeo grazie alla crescente dell'e-commerce e della dinamicità del tessuto imprenditoriale».

«Dobbiamo accompagnare una nuova crescita e un ulteriore sviluppo di Malpensa attraverso una rete di trasporto cargo intermodale, integrata e compatibile» ha aggiunto Di Palma.

La sfida per le imprese si chiama velocità come hanno sottolineano tutti gli imprenditori intervenuti. «La velocità di sviluppo della domanda è nettamente superiore al passato - ha osservato Moroni - bisogna ripensare i modelli organizzativi ma anche sociali, perché le imprese hanno bisogno di personale qualificato a livello tecnico».

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU