Cultura - 25 giugno 2022, 18:38

Bentornato Chiostro di Voltorre: bellezza e cultura protagoniste nel Varesotto

La riapertura del monumento nella frazione di Gavirate ha portato con sé riflessioni sull’importanza della collaborazione fra enti per dare lustro alle risorse della nostra provincia e, soprattutto, su come la cultura possa essere fondamentale per il rilancio del territorio

La consegna della chiave del Chiostro da parte di Alberto Barcaro, Vice Presidente della Provincia di Varese, al Sindaco di Gavirate, Silvana Alberio.

La consegna della chiave del Chiostro da parte di Alberto Barcaro, Vice Presidente della Provincia di Varese, al Sindaco di Gavirate, Silvana Alberio.

Quale occasione migliore dell’estate per festeggiare la riapertura del Chiostro di Voltorre, frazione Gavirate?

Un momento unico, cui hanno partecipato, oltre a tante persone affezionate a questo magico luogo – ciò che rimane di un complesso religioso di origine medievale – diverse autorità.

«È stato un percorso lungo, da tanti punti di vista siamo riusciti a riportare nel nostro territorio il Chiostro, è doveroso un ringraziamento a chi ha permesso che questo potesse succedere, c’è stato un grosso impegno per il territorio da parte dell’ente provinciale, proprietario di questo piccolo gioiello che, però, insiste sul territorio di Gavirate, ce lo sentiamo nostro, eravamo dispiaciuti di non poter usufruire di questo bene. Da oggi, grazie alla Provincia e alle Associazioni del territorio, questa struttura diventerà sempre più centrale nella vita culturale del nostro territorio, spero ci rivedremo spesso in queste sale. Questo è stato un periodo difficile, spero che questa struttura possa diventare ancora più centrale», ha esordito Silvana Alberio, Sindaco di Gavirate.

«È stato un percorso lungo – ha proseguito Alberto Barcaro, Vice Presidente della Provincia di Varese – le norme ci potevano dare la possibilità di partecipare un bando, ma questo avrebbe allungato l’apertura del Chiostro, abbiamo preferito, insieme al consigliere delegato alla cultura, perseguire la collaborazione con il comune di Gavirate, è stato un passaggio più veloce della gara privata. Crediamo nelle bellezze della provincia di Varese, lo spirito di questo nuovo consiglio provinciale è quello di riuscire a far conoscere questi luoghi bellissimi, fare un percorso per riuscire a dare loro maggiore lustro per tornare a scoprirli.  Abbiamo chiesto al comune di Gavirate di sottoporci un progetto entro 60 giorni, la risposta è evidente».

«Puntare sulla cultura è un asset fondamentale per il nostro territorio, in questo Regione Lombardia supporta le amministrazioni comunali, Il comune di Gavirate è una realtà fondamentale per il nostro lago, e se può essere capitale di arte, cultura e salute è un modo per tornare in possesso di un luogo bello», è intervenuto il Consigliere Regionale Emanuele Monti.

È seguito il momento clou dell’evento, ovvero la simbolica (ma non poi così tanto) consegna della chiave del Chiostro da Alberto Barcaro a Silvana Alberio.

Sono, quindi, intervenute, Cinzia Robbiati, architetto e funzionario del Ministero della Cultura, e Tiziana Zanetti, esperta in diritto del patrimonio culturale, rispettivamente per fare un excursus storico sul Chiostro, a partire dalle sue origini, e per riflettere in merito al luogo in cui esso è collocato, un punto nevralgico che collega – e ha sempre collegato – i paesaggi e le storie degli uomini.

Infine, con la melodia di un’arpa come sottofondo, suonata da Francesca Virgilio, e con la voce del soprano Beatrice Binda, gli ospiti hanno passeggiato lungo i corridoi del Chiostro, condividendo un aperitivo e, soprattutto, un’esperienza unica.

Giulia Nicora

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU