Eventi - 08 giugno 2022, 16:20

“Ceresio in Giallo”, edizione 22-23 al via. Debutta la sezione per ragazzi, tra le novità un premio alla carriera

Torna il concorso letterario che valorizza le atmosfere lacustri per racconti e romanzi gialli, noir, thriller, polizieschi. Da quest’anno, largo anche alla letteratura di genere per ragazzi con Giallo Junior. Termine di consegna delle opere venerdì 14 ottobre 2022, premiazione domenica 14 maggio 2023

“Ceresio in Giallo”, edizione 22-23 al via. Debutta la sezione per ragazzi, tra le novità un premio alla carriera

Dopo il grande successo dell’edizione 2021-2022, con oltre 400 opere in gara tra edite e inedite e la vittoria del giallista Piergiorgio Pulixi, torna con tante novità “Ceresio in Giallo”, concorso letterario internazionale promosso dalla Pro Loco del Comune di Porto Ceresio con il patrocinio di prestigiosi enti e istituzioni pubbliche e culturali*.

La nuova edizione è stata presentata questa mattina a Varese a Villa Recalcati, sede della Provincia, da Sergio Giacon, presidente della Pro Loco di Porto Ceresio, Jenny Santi e Carla De Albertis, del Comitato organizzatore. Il concorso, rivolto anche quest'anno ad autori di romanzi e racconti gialli, noir, thriller e polizieschi, conferma le tre storiche macro sezioni e aggiunge la novità della sezione Giallo Junior.
Sezione romanzi editi pubblicati tra 1° gennaio 2020 e il 5 ottobre 2022 e provvisti di ISBN. Al vincitore il Premio “Banca Euromobiliare” di 1500 euro, per il secondo classificato 700 euro e per il terzo 500; Premio Giovani Autori “Claudio De Albertis” di 1000 euro; Premio Laghi 300 euro.

Sezione racconti del tutto inediti ambientati in località lacustri realmente esistenti e identificabili. Al vincitore andrà il Premio “Francesco Paolo Musajo Somma di Galesano” di 500 euro. Al secondo classificato andranno 250 euro e 150 al terzo. Sempre tra gli inediti, verrà attribuito un premio speciale di 200 euro al miglior racconto ambientato a Porto Ceresio e il Premio Giovani Autori “Claudio De Albertis” di 300 euro. Confermata la collaborazione con F.lli Frilli Editori che pubblicherà in antologia i 20 racconti inediti finalisti e i vincitori dei Premi speciali Giovani Autori e Porto Ceresio. I diritti delle vendite andranno a l’Arcobaleno di Niki, progetto di Fondazione Giacomo Ascoli il cui presidente Marco Ascoli era presente oggi in conferenza stampa.

Sezione Gialli nel cassetto per romanzi gialli inediti di indagine e ambientati in località italiane realmente esistenti. Il  primo classificato sarà pubblicato nella collana Super Noir Bross di F.ll Frilli Editore.

La Giuria delle tre sezioni sarà composta da rappresentanti dell’Accademia della Crusca, dell’Associazione Dante Alighieri di Lucerna, da direttori di quotidiani, giornalisti, editor, scrittori, docenti, rappresentanti dei sistemi bibliotecari, librai indipendenti e gruppi di lettori.

Grande novità di questa nuova edizione è la sezione Giallo Junior, dedicata a romanzi di genere mistery, giallo e noir per ragazzi di età 9+. Saranno premiati primi tre classificati: Premio “Regio Insubrica” di 1000 euro al primo, 400 euro al secondo e 200 al terzo.

La sezione avrà una sua Giuria dedicata che comprenderà psicologi, psicoterapeuti e insegnanti e vedrà anche la presenza di ragazzi con la supervisione di Francesca Maisano, psicologa e psicoterapeutica dell’Età evolutiva del Fatebenefratelli di Milano, Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio dei Diritti dei Minori e di Giuseppe Carcano, Direttore dell’Ufficio scolastico di Varese.

Il carattere internazionale del Ceresio in Giallo viene ancor più sottolineato in questa edizione dalla collaborazione con il Comune di Lugano con il suo invito a presentare il Concorso il 10 giugno al LAC di Lugano e dalla presenza dell’Ambasciatore italiano in Svizzera, Silvio Mignano, come presidente della Giuria.

Questa nuova edizione di Ceresio in Giallo vede anche l’istituzione di un premio alla carriera che sarà attribuito durante la premiazione di domenica 14 maggio 2023.

La scadenza per la presentazione delle opere di tutte e quattro le sezioni è venerdì 14 ottobre.

“Abbiamo valutato di istituire un premio alla carriera per un autore che si sia particolarmente distinto in questa letteratura di genere che è il cuore del Concorso” dichiara Sergio Giacon della Pro Loco di Porto Ceresio.

“Abbiamo voluto insistere sull’aspetto internazionale di Ceresio in Giallo aprendo un canale di collaborazione con la Svizzera e ringraziamo le istituzioni e le associazioni svizzere che ci supportano e l’Ambasciatore italiano in Svizzera Silvio Mignano”, commenta Jenny Santi del Comitato organizzatore.

“L’idea della sezione Giallo Junior – spiega Carla De Albertis, del Comitato organizzatore - nasce dalla constatazione della situazione di difficoltà che stanno vivendo i nostri giovani. Inserendo  nella giuria gruppetti di ragazzi coordinati da giurati qualificati,  abbiamo voluto valorizzarli e coinvolgerli, trasmettere loro la passione per la lettura sviluppando nel contempo senso critico”.

 “La sezione che prediligo è quella riservata a racconti inediti di ambientazione lacustre – commenta Stefano Bruno Galli, assessore all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia - La peculiarità e l’unicità di questa competizione risiede proprio nell’avere dato vita a nuovo genere letterario – il giallo-lacustre – scommettendo sul binomio lago e giallo dovuto all’ineffabile e misteriosa natura di certe atmosfere, angoli e panorami che solo i laghi possono regalare. In particolare, i laghi lombardi”.

“Il giallo è qualcosa di più di una categoria in cui si tende a confinarlo – commenta Silvio Mignano, Ambasciatore italiano in Svizzera - è letteratura nel senso più alto e più ampio del termine, capace di indagare le profondità dell’animo umano e il nostro complesso destino esistenziale. Sono felice che si sia introdotta una categoria rivolta ai più giovani. Sono tempi difficili per tutti e per questo a maggior ragione abbiamo bisogno di arte e letteratura non come rifugio ma come strumento per parlarci, avvicinarci, vincere le nostre paure”.

“Gli adolescenti coinvolti potranno fare esperienza di tutta una parte cognitiva ed emotiva proprio con la lettura specifica di testi gialli tutte quelle emozioni che in questi ultimi due anni di pandemia sono state "congelate" per tutti - commenta Francesca Maisano, psicologa e psicoterapeutica dell’Età evolutiva del Fatebenefratelli di Milano – Si tratta di libri che aiutano ad allenare la mente, ad analizzare meglio le situazioni e a trovare delle strategie più idonee agli accadimenti della vita di tutti i giorni”.

“Oltre ad essere una vetrina di grande interesse per una bellissima area della nostra Provincia, Ceresio in Giallo è scrittura e lettura. In un era sempre più digitale e fast, dove tutto ruota intorno all'apparire e raccontare tramite il video, questo concorso scommette invece ancora sull'arte di saper raccontare una storia  scrivendola e stimolando la fantasia del lettore – commenta Emanuela Quintiglio, consigliera provinciale con delega alla Cultura, al Turismo, allo Sport e ai Rapporti Istituzionali - Un importante messaggio anche per i giovani perché non trascurino, attratti da altri strumenti più immediati, il fascino e la potenza della parola e delle storie raccontate ed assaporate con calma, pagina dopo pagina”.

“I giovani sono sempre più presenti nelle edizioni di Ceresio in Giallo e questo per noi è molto importante – ha detto Manuela Lozza, presidente commissione Cultura del Comune di Varese – E’ un concorso che non solo stimola la lettura nei giovani ma anche la loro partecipazione come autori, e critici con la sezione Giallo Junior”.

Il regolamento è disponibile sulle pagine Fb e Instagram di Ceresio in Giallo, sul sito www.premiodealbertis.it, sui siti di AIME e dell’Accademia della Crusca e sui principali siti di concorsi letterari.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU