Salute - 26 maggio 2022, 00:01

GAET, le virtù di ossigeno e ozono per il trattamento di diverse patologie

Con il Dott. Roberto Zaffaroni, ozonoterapeuta al Centro Polispecialistico Beccaria, parliamo di questa terapia naturale e delicata e dei suoi campi di applicazione

Il dott. Roberto Zaffaroni, ozonoterapeuta al Centro Polispecialistico Beccaria (servizio a cura di Maurizio Losorgio)

Il dott. Roberto Zaffaroni, ozonoterapeuta al Centro Polispecialistico Beccaria (servizio a cura di Maurizio Losorgio)

In natura l'ozono è prodotto dall'ossigeno contenuto nell’aria, dai raggi ultravioletti del sole o dalle scariche elettriche dei fulmini. Negli strati superiori dell'atmosfera terrestre, l'ozono svolge un ruolo ecologico protettivo importante. Scoperto nel 1840 da Schönbein, in Svizzera, l'ozono fu utilizzato solo in seguito per le sue capacità antibatteriche e per la cura di malattie infettive. 

Oggi, l'ozonoterapia o più precisamente ossigeno-ozono terapia, è una terapia naturale e delicata, che utilizza una miscela gassosa di ossigeno e ozono nel trattamento naturale di molte patologie, agendo sui sistemi regolatori dell'organismo.

Abbiamo incontrato il Dott. Roberto Zaffaroni, ozonoterapeuta al Centro Polispecialistico Beccaria per saperne di più su questa rivoluzionaria terapia e sui campi di applicazione.

Perché l'ozono viene utilizzato in campo medico?
Oltre a proteggere la Terra, l’ozono possiede sorprendenti proprietà medicinali riconosciute e affinate nel tempo con un'azione curativa, mirata e di lunga durata. L'ozono medicale viene prodotto da ossigeno puro, attraverso l'uso di un generatore di ozono, per ottenere una miscela di ossigeno (minimo 95%) e ozono (massimo 5%). Il flusso di ossigeno passa attraverso una corrente elettrica, per produrre la miscela desiderata. Questa miscela viene somministrata immediatamente al paziente attraverso diverse vie: rettale, vaginale, insufflazione cutanea o attraverso l'ozonizzazione di un'opportuna quantità di sangue. L'ozono medicale ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche, antivirali, antimicotiche, antiossidanti, ossigenanti per i tessuti e regola il metabolismo.

Quali sono i principali campi di applicazione?
L’ozonoterapia cura in modo particolare, come atriti, artrosi, lombosciatalgie, ernia del disco, malattie infiammatorie e autoimmuni, fibromialgia, stanchezza cronica; malattie infettive, come Herpes Simplex, Shingles, sinusite, otite; malattie circolatorie e microcircolatorie, insufficienza venosa e arteriosa, ulcere degli arti inferiori e diabetiche e AMD. Inoltre è coadiuvante nella gestione del Covid 19 e malattia post Covid, fibrosi polmonare ed è molto efficace e compatibile anche con la terapia farmacologica e nel trattamento delle ulcere trofiche anche in grado avanzato.

Cos'è la GAET o Grande Autoemotrasfusione?
Tra le varie tecniche di utilizzo dell'ozono a scopi terapeutici (curativi e/o preventivi) la GAET è quella che permette all'ozono, iniettato nel circolo sanguigno, di ossigenare tutti i tessuti fino a livello dei capillari. La procedura consiste nel prelievo di una modica quantità di sangue venoso (circa 150/200 cc) a cui fa seguito l’arricchimento con una miscela gassosa di ossigeno-ozono all’interno dell’apposita sacca di prelievo (a circuito chiuso); contemporaneamente avviene la miscelazione del sangue ed infine la re-infusione nel paziente. Il trattamento GAET ha una durata di circa 30 minuti. Questa tecnica consente di ossigenare il sangue (aumentando quantitativamente e qualitativamente la saturazione), migliorare l’elasticità della parete del globulo rosso ed aumentare la sua capacità di legarsi con l’ossigeno, così da distribuirlo a tutti i tessuti. Ciò comporta un miglioramento della circolazione sanguigna e dell'ossigenazione di tutti i tessuti, con conseguente ottimizzazione della loro funzionalità. In sostanza si verifica un'azione rigenerante, con miglioramento del tono umorale e muscolare, della resistenza fisica e riduzione della fatica. Inoltre, la miscela di ossigeno-ozono induce la liberazione nel sangue di sostanze particolari (interleuchine, citochine...) che esercitano un potente stimolo sul sistema immunitario, regolarizzandolo e aumentando le difese del nostro organismo. I trattamenti con ozono possono essere adottati anche in via preventiva e senza interrompere eventuali terapie già in atto; è dimostrato che i pazienti sottoposti ad ozonoterapia risultino più resistenti nei confronti delle infezioni. La terapia generalmente può essere eseguita a tutti i pazienti che non hanno anemia falciforme, favismo, in gravidanza, problematiche tiroidee non controllate da terapia e minori di 18 anni.

Informazione pubbliredazionale

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU