Basket - 07 gennaio 2022, 12:24

Il Vene ter è iniziato: «Situazione difficile? Anche l’altra volta lo era…»

Presentato questa mattina Siim-Sander Vene, per la terza volta in maglia biancorossa: «Sarò il collante di sempre. Dobbiamo farci trovare tutti pronti a dare qualcosa in più». Ferraiuolo sul prosieguo del mercato: «Ashley interessa anche altre squadre, aspettiamo una risposta»

Il Vene ter è iniziato: «Situazione difficile? Anche l’altra volta lo era…»

Mascherina di rigore, occhi seri (anche quelli di rigore, “alla estone”), risposte sicure e pacate di chi una volta è già venuto, ha già visto, ha già vinto: “Vene”, vidi, vici.

È iniziato così il Siim-Sander Vene ter nella galassia della Pallacanestro Varese. L’estone classe 1990 torna da uomo salvezza, come nel 2018 (poi fu protagonista anche nel campionato monco causa Covid, quello del 2019/2020). Lo sa, ne é consapevole: «La situazione è difficile, ma anche la prima volta lo era e poi siamo riusciti a invertire la rotta e a ottenere ottimi risultati. Anche ora deve avvenire lo stesso: in mezzo a tutte le difficoltà che ci sono, sia quelle tecniche, sia quelle legate alla riattivazione mia e della squadra dopo lo stop per il virus, dobbiamo riuscire a trovare qualcosa di buono. È la nostra vita, è il nostro lavoro».

Tocca a Max Ferraiuolo ri-presentare l’estone e la scelta che lo ha riportato sotto al Sacro Monte: «Siim è uno dei giocatori che ha segnato gli aspetti più positivi di Varese negli ultimi anni. Lo prendiamo per le sue qualità tecniche e umane. È una persona seria, in campo e fuori, come gli altri estoni Kangur e Talts. Quando abbiamo capito che Jalen Jones sarebbe uscito dal contratto, abbiamo preso informazioni e poi deciso senza esitazioni di firmarlo».

Vene esordirà domenica a Bologna nel delicato match salvezza contro la Fortitudo senza avere praticamente il tempo di allenarsi, visto lo stop generale che grava ancora su tutto il roster («è una partita che stiamo preparando alla lavagna…» rende l’idea Ferraiuolo: l’unico allenamento pre gara verrà effettuato domani, prima di partire per Bologna): «Sono contento di essere tornato, sono cambiate tante cose qui, ma è anche vero che tante altre persone sono rimaste. La mia posizione in campo? Ho parlato con il coach, il mio ruolo non divergerà rispetto al passato: farò da collante tra esterni e uomini sotto canestro per dare fluidità all’attacco e dovrò aiutare tutti a essere più aggressivi in difesa. A oggi mancano ancora il centro e la guardia: ci dovremo adattare. Sorokas potrà giocare dei minuti da cinque e io gli darò una mano. Dobbiamo farci trovare pronti a dare qualcosa in più».

A proposito di Paulius Sorokas: «Sì, è un amico e ci siamo sempre sentiti. Gli lascio volentieri la canotta numero 9 (lui prenderà la 11 ndr): non è certo il numero di maglia il problema più grande ora…».

A margine della conferenza dedicata a Vene, Ferraiuolo ha fatto il punto anche sulle altre operazioni di mercato che attendono la Openjobmetis, con i nomi dell’ex Fortitudo Brandon Ashley e dell’ex biancorosso Dominique Johnson sugli scudi: «Da Ashley stiamo aspettando una risposta che dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Interessa anche altre squadre e per questo noi siamo attenti anche ad altre situazioni che riguardano, per il ruolo di centro, atleti comunitari o già vistati. È un gioco di incastri, reso molto difficile dal Covid e dalla fame di giocatori che ha l’NBA, cosa che rende a cascata difficile per tutti muoversi. Cerchiamo gente motivata e che non abbia difficoltà ad adattarsi». «E che sia anche compatibile con le nostre disponibilità economiche» chiosa Mario Oioli.

F. Gan.


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU