Varese - 20 settembre 2021, 16:26

VIDEO e FOTO - Un angolo di New York e Kansas City a Varese con lo Swing Jazz de Al Vicolino

Il ristorante varesino, con la Swing Reunion di ieri sera, ha lanciato un ciclo di appuntamenti dedicati a un genere musicale inedito per i locali della nostra città. Il proprietario Moris Pigozzo: «Chiameremo i migliori artisti italiani ed europei»

VIDEO e FOTO - Un angolo di New York e Kansas City a Varese con lo Swing Jazz de Al Vicolino

Alfredo Ferrario, al clarinetto, Sophia Tomelleri al sax, Sandro Gibellini alla chitarra, Roberto Piccolo al contrabbasso e Tommy Pigozzo alla batteria.

È stata la loro “Swing Reunion”, ieri sera domenica 19 settembre, a dare il via a una nuova stagione di jazz al ristorante Al Vicolino di Varese.

Un angolo di Kansas City o di New York (pensando alle origini di questo genere musicale) planato direttamente nel centro di Varese, un qualcosa di inedito nel panorama della Città Giardino, dove il “locale tipo” predilige musica italiana, rock e cover band. 

Di mezzo non ci potevano che essere passione e cultura, nello specifico quelle del proprietario, Moris Pigozzo, che nel 2014 ha ereditato gli spazi che una volta appartenevano al ristorante Il Gestore e si è lanciato in un’avventura dove le note sono sempre state sognate come le spose migliori dell’offerta culinaria.

Ora - dopo i test del passato pre-Covid che hanno dato ottime risposte in termini di partecipazione - la volontà di creare due appuntamenti fissi al mese coinvolgendo i massimi esponenti italiani ed europei dello Swing: «L’intenzione è quella di portare nella nostra città allegria e serate diverse dal solito - spiega Pigozzi - Non chiederemo ingressi o consumazioni minime: da noi la musica sarà sempre e solo un accompagnamento che offriremo alla cena dei nostri clienti. E lo Swing Jazz, di cui sono personalmente appassionato, è il genere più adatto a un locale come il nostro».

Dopo il primo appuntamento di ieri, quindi, occhio al calendario per scoprire le prossime date, che verranno decise in base alla disponibilità degli artisti. Al Vicolino punta ai migliori: nei prossimi mesi si annuncia anche la presenza di Rossano Sportiello, considerato uno dei pianisti jazz più validi sulla scena mondiale.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU