Hockey - 05 marzo 2020, 10:05

LA LETTERA. «Caro Coronavirus, anche prima del tuo arrivo facevamo fatica ma siamo sognatori al limite della pazzia. Fino alla fine forza hockey»

Porte chiuse fino al 3 aprile in tutto lo sport. Il messaggio di Alex Pircher, motore e cuore del Merano, che unisce tutti: «Caro Coronavirus, noi non siamo singole squadre perché il nostro virus si chiama hockey. Potrai far chiudere stadi, far spostare o cancellare partite, ma più ci vai contro più tutti noi ci rialzeremo. It's playoff time»

LA LETTERA. «Caro Coronavirus, anche prima del tuo arrivo facevamo fatica ma siamo sognatori al limite della pazzia. Fino alla fine forza hockey»

Costretto come tutti a giocare fino al 3 aprile a porte chiuse, l'hockey prova a riorganizzarsi e a inventarsi qualcosa per sopravvivere: rispetto ai grandi sport, il danno dei mancati incassi dei playoff potrebbe essere un colpo micidiale per club che vivono sul filo dell'equilibrio grazie ad immensi sacrifici personali di sponsor, proprietari ma anche di giocatori e tifosi (pensando solo al Varese, le porte chiuse al Palalbani soltanto nei quarti di finale azzerano un incasso minimo al botteghino tra i 10mila e i 15 mila euro).

Ma qui non mancano il coraggio e le idee, che anche la società giallonera sta per mettere in campo. A proposito del coraggio dell'hockey, questa lettera di Alex Pircher, "motore" e cuore dell'Hockey Club Merano, ne è l'emblema. Postandola sul Facebook, ha voluto coinvolgere anche avversari che restano avversari per sempre, come il Varese (viene taggato Matteo Malfatti), ma che in questo momento di enorme difficoltà diventano giocatori della stessa squadra.

«Anche prima del tuo arrivo - scrive Alex al Coronavirus - il nostro movimento faticava a stare in piedi, però grazie a dei sognatori al limite della pazzia, giorno per giorno in qualche modo si va avanti. Il cuore, la passione e le emozioni che questo fantastico sport è capace di trasmettere sono la chiave di ogni nostra vittoria del passato, del presente e anche del futuro. Questo post non è riferito a un singola squadra perché il nostro virus si chiama hockey. Potrai far chiudere stadi, far spostare o cancellare partite, ma più ci vai contro più tutti noi ci rialzeremo. Fidati, cambia aria Coronavirus. It's playoff time. Fino alla fine forza hockey».

Ecco la lettera di Alex Pircher. 

«Caro Coronavirus,

mi presento, mi chiamo Alex, sono un sognatore come lo siamo in tanti. Mi sono permesso di aggiungerne altre in questo post.
Negli ultimi giorni non si parla altro che di te, stai seminando paura e panico ovunque. Il nostro movimento sportivo, anche prima del tuo arrivo, faticava a stare in piedi. Però grazie a sognatori al limite della pazzia, giorno per giorno in qualche maniera si va avanti.


Mollare non sta nel DNA del Hockey. Il cuore e la passione e le emozioni trasmesse grazie a questo fantastico sport sono la chiave di vittoria contro ogni avversità del passato, presente e futuro. Anche tu caro Coronavirus non potrai mai vincere.

Questo post non è un post riferito a una singola squadra... forse non hai capito, caro Coronavirus, noi siamo già contagiati da un virus... il nostro virus si chiama HOCKEY.
Potrai far chiudere stadi, far spostare o cancellare partite... ma più tu ci vai contro più noi tutti ci rialzeremo... forse non ci sarò più io, ma poco cambia.... hockey è sinonimo di cuore e passione.


Fidati, cambia aria Coronavirus: potrai vincere una battaglia... però mai e poi mai la guerra. Noi alla fine saremo sempre qua... da Vipiteno a Torre Pellice e oltre, molto oltre!

Ti abbiamo lasciato fare fin troppo, adesso per favore basta... potrai crearci disagio e metterci in ginocchio, ma ti posso garantire che il nostro cuore, dal più piccolo al più grande, non lo potrai mai sconfiggere.
Alza i tacchi caro Coronavirus... it s Play-off time.
Fino alla fine forza Hockey.

Alex Pircher»

A.C.


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

SU