Varese - 16 aprile 2024, 07:39

L’orma sonora di Varese nell’atlante digitale di Loquis

L’app di travel podcasting arricchisce la sua Factory di storie geolocalizzate con un progetto esteso a tutta l’Italia per la giornata mondiale della voce

L’orma sonora di Varese nell’atlante digitale di Loquis

«Si può percorrere tutta la Francia e la Germania senza provare un’impressione simile. Finalmente il mio spirito, che per amore di un bello troppo bello trova sempre da criticare, ha incontrato qualcosa in cui nulla vi è di criticabile. Il paesaggio tra Laveno e Varese.» Parole di Stendhal scelte dal 72enne Federico Bini per raccontare la grande discreta bellezza di Varese su Loquis, la piattaforma digitale che riunisce le storie raccontate da chi abita o attraversa un territorio e ne lascia orma sonora alla comunità degli altri viaggiatori.

In occasione della giornata internazionale della voce, l’app di travel podcast ideata da Bruno Pellegrini e fondata con Fabrizio Cialdea inaugura  il canale “100 voci per 100 luoghi”: 100 nuovi podcast, uno per ogni capoluogo di provincia italiana, pubblicati in contemporanea per tracciare una nuova mappa di storie, tradizioni e curiosità. Ogni contributo è curato dai professionisti e professioniste della voce che fanno parte della Loquis Factory, un network appassionato e creativo per il podcasting autoriale di viaggio che espande i numerosi contenuti già offerti spontaneamente dagli utenti. Tra i vari contributi, l’atlante di luoghi parlanti ospita una sezione dedicata a Varese con affondi curati da Federico Bini, giornalista, con 40 anni di carriera spesi tra quotidiani, periodici, radio e tv.

«Varese è l’unica città che nasconde i suoi giardini pubblici. I giardini estensi si possono ammirare attraverso il portone del comune. La meraviglia dura un attimo, ma vale la pena».

Una grande bellezza discreta, da scoprire, che Bini declina in 10 fondamentali esperienze da non perdere, per entrare nell’anima della città. Il Sacro Monte, il grande albergo Liberty abbandonato in disarmo a Campo dei Fiori, che ricorda quando il monte di Varese era, agli inizi del ‘900, una grande stazione sciistica alla moda. Una città dove passare dal rumore e dalla frenesia del centro in Corso Matteotti al silenzio quasi mistico della piazzetta antistante la basilica di San Vittore, sotto il campanile barocco del Bernascone.

All’insegna di un nuovo umanesimo digitale, Loquis invita tutti gli amanti dell’immenso patrimonio che precede e accompagna quello visibile, nelle storie di chi ha edificato parte dell’immaginario legato a un particolare luogo, a offrire la propria versione. Questo atlante sonoro ha infatti pagine infinite ancora da scrivere. Un’opportunità aperta a tutti i podcaster su Loquis per contribuire ad arricchire il racconto delle storie del mondo, per essere parte attiva di questa esperienza unica, contribuendo con il racconto dei propri luoghi a ispirare chi viaggia a riscoprire la bellezza del reale con occhi nuovi.

 

c.s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU