Gallarate - 29 giugno 2022, 18:20

Sei titoli per un grande ritorno: lo schermo e la luna illuminano Gallarate

Cinema all’aperto di nuovo a Palazzo Broletto, per tutto luglio. Con un pensiero rivolto a don Alberto Dell'Orto e Luciana Zaro

Da sinistra, Elena Balconi, don Riccardo Festa, Claudia Mazzetti e Riccardo Carù, storico volontario

Da sinistra, Elena Balconi, don Riccardo Festa, Claudia Mazzetti e Riccardo Carù, storico volontario

Lo schermo e la luna”, la rassegna cinematografica voluta da don Alberto dell’Orto nel 1994, torna a popolare la corte di palazzo Broletto. Lo hanno annunciato l’assessore alla Cultura, Claudia Mazzetti, e, per il Cinema delle Arti, che organizza le proiezioni in collaborazione con il Comune, Elena Balconi e monsignor Riccardo Festa. Proiezioni dal 5 luglio, il martedì e il giovedì, con inizio alle 21.30. Ingresso a cinque euro. Si procede anche in caso di pioggia, con spostamento delle sedie sotto il porticato dell’edificio. 

Esordio con “Ennio”, film documentario su Ennio Morricone firmato da Giuseppe Tornatore (compaiono grandi del cinema come Quentin Tarantino e Clint Eastwood), in calendario in una data simbolo: «La vigilia dell’addio a Morricone, avvenuto il 6 luglio di due anni fa», ha sottolineato Elena Balconi.

A seguire: “No time to die”, l’ultimo 007, il 7 luglio; “Marylin ha gli occhi neri”, 12 luglio; “The last duel”, 14 luglio; “Belfast”, 19 luglio; “Fast & furious 9”, 21 luglio; “Il capo perfetto”, 26 luglio; “Dune”, 28 luglio.

L’assessore Mazzetti: «Cinema e teatro hanno pagato i prezzi più alti nel periodo della pandemia. Riproporre “Lo schermo e la luna” dopo la pausa dell’anno scorso significa rinnovare una tradizione e ripartire. Da un luogo bello. Sappiamo che le piattaforme digitali offrono molto, ma il grande schermo conserva il suo fascino. E poi c’è una dedica speciale, quest’anno. A Treccia, a Luciana Zaro, che al cinema all’aperto era affezionata. Le avevo comunicato che il cinema sarebbe ricominciato. Ne era felicissima».

Sull’amica tragicamente scomparsa, ancora Elena Balconi: «Mi sembra ancora di sentire la sua voce nelle orecchie… Sicuramente avrebbe partecipato a questa iniziativa. Amava Gallarate e avere un’arena estiva, come questa, a mio avviso dà lustro alla città. Possibile grazie all'impegno di decine di volontari». Scelta delle pellicole studiata per attrarre un pubblico diversificato per gusti ed età. Proiezioni del martedì più in linea con la profondità del cineforum al Delle Arti. Più orientati all’intrattenimento i film dei giovedì. «Non è facile – ammette Elena Balconi – che un 20enne frequenti un cinema all’aperto. Ma qualche ventenne potrebbe avere piacere di vedere alcuni dei titoli che proponiamo».

«Sono contento – il commento di don Riccardo Festa – delle iniziative che aggregano. Sul cinema c’è stato un lavoro importante, puntando su film di qualità. Una scelta che motiva le persone, venute al Delle Arti anche quando bisognava tenere le mascherine. Questo ci ha permesso di galleggiare, fino a “Lo schermo e la luna”. Idea di don Alberto, una sorta di mistico innamorato di queste cose, di queste immagini».

Cinema all’aperto, Gallarate: non solo film, non semplicemente film.

Stefano Tosi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU