/ Economia

Economia | 14 giugno 2024, 11:45

Tecnocanapa by Senini e Ottagono: grande successo a Milano per il convegno sulla casa rigenerativa

“Alfa, la casa possibile”, è l’innovativo progetto firmato da Paola Lenti e Bestetti Associati, che assume le caratteristiche di un’abitazione completamente green di oltre 300 metri quadrati, ed è concepita con materiali e tecnologie innovative, all’insegna di comfort climatico e sostenibilità ambientale.

Da sinistra Massimiliano Pintagro, General Operations Manager di TS Group Servizi a 360^; Chiara Osnago Gadda event manager del premio “Evolution Horizon Award”; l’imprenditore Massimo Senini con la moglie Franca; Cristian  Pinziariu, Ceo di TS a Group Servizi a 360°

Da sinistra Massimiliano Pintagro, General Operations Manager di TS Group Servizi a 360^; Chiara Osnago Gadda event manager del premio “Evolution Horizon Award”; l’imprenditore Massimo Senini con la moglie Franca; Cristian Pinziariu, Ceo di TS a Group Servizi a 360°

Innovare il settore dell’architettura e migliorare la vita delle persone non è più utopia, ma è realtà grazie ad un rivoluzionario sistema di involucro in Bio Beton di canapa e calce in abbinamento ad un telaio strutturale in acciaio leggero. “Alfa, la casa possibile”, è l’innovativo progetto firmato da Paola Lenti e Bestetti Associati, che assume le caratteristiche di un’abitazione completamente green di oltre 300 metri quadrati, ed è concepita con materiali e tecnologie innovative, all’insegna di comfort climatico e sostenibilità ambientale. 

Una creazione, dunque, proiettata alla qualità e alla cura dell’ambiente, di cui si è parlato diffusamente lo scorso 13 giugno presso il nuovo flagship store Paola Lenti Milano, in via Giovanni Bovio 28, nel corso di un interessante convegno dal titolo “La casa rigenerativa: il benessere abitativo costruito in acciaio e canapa”, dove protagonisti indiscussi sono stati Tecnocanapa by Senini, la gamma completa di prodotti brevettati e soluzioni complete per l’involucro in canapa e calce della Senini, azienda leader nel settore dei pavimenti, blocchi e cordoli, da sempre impegnata nello sviluppo di prodotti ecocompatibili, ed Ottagono by AD Dal Pozzo, centro di ricerca che fornisce a progettisti, architetti e professionisti un sistema costruttivo green – in acciaio sagomato a freddo – per realizzare edifici senza limiti strutturali.

Per Alfa, la casa possibile, Ottagono – che funge da piattaforma per il dialogo e la collaborazione tra professionisti e aziende, con l’obiettivo di promuovere l’adozione di sistemi e materiali sostenibili per la realizzazione di edifici di design green, frutto della collaborazione con rinomati studi di progettazione internazionali ed è anche la divisione Green Architecture di AD Dal Pozzo, storico marchio italiano dell’interior design di alta gamma, che ha consolidato la proposta di servizi in tutte le fasi del progetto, per offrire un’esperienza che unisce Arredo, Arte e Architettura-  ha infatti fornito il sistema in acciaio a freddo riciclabile al 99% e antisismico al 100%, che riduce i tempi di cantiere, aumenta le possibilità stilistiche e garantisce performance in classe energetica A4. Alfa, la casa possibile è costruita in acciaio e Tecnocanapa, ovvero l’unione dei materiali naturali calce e canapa prodotta dall’azienda Senini. Tutti questi elementi sono stati combinati insieme per realizzare il volume espositivo all’interno dello showroom Paola Lenti Milano, generando un pacchetto costruttivo che permette: l’isolamento termico ideale, un ambiente salubre traspirante, un bilanciato grado di umidità, la decarbonizzazione del processo costruttivo, il riciclo di tutti i materiali.

“La scelta della Tecnocanapa come isolante agisce da regolatore termico naturale e controlla l’umidità,” ha affermato Massimo Senini nel corso dell’incontro “creando un microclima ideale all’interno degli edifici. In combinazione con l’acciaio, minimizza il consumo energetico in fase di produzione, costruzione e durante l’intero ciclo di vita dell’edificio, creando una soluzione 100% green che favorisce il comfort degli occupanti e genera un senso di benessere tangibile.

Tecnocanapa infatti, permette di ottenere un ambiente salubre, energeticamente efficiente e a basso impatto ambientale. Entrando nella casa, l’ambiente risulta termicamente e acusticamente isolato e con un bilanciato grado di umidità.”   

Siamo quindi di fronte alla frontiera dell’innovazione nel campo della bioedilizia?

“Certamente!” conclude Senini “Utilizzando materiali rinnovabili, questo sistema offre non solo un’eccellente isolamento termico e acustico, ma contribuisce significativamente alla decarbonizzazione dell’industria edilizia. Grazie alla capacità della canapa di sequestrare CO2 durante la sua crescita, con un’impronta di carbonio negativa di 105 kg di CO2 a m3, Bio Beton diventa un alleato strategico per compensare l’impatto di altri componenti più energivori. In definitiva, grazie al nostro impianto fotovoltaico di oltre 1,5 mega di kWh di energia prodotta e grazie alla proprietà della pianta di canapa che assorbe quattro volte in più rispetto alle altre piante, siamo l’unica industria che toglie CO2 dall’atmosfera e possiamo quindi rilasciare i certificati bianchi, confermando la mission aziendale: “lavoriamo per il bene dell’uomo e dell’ambiente”.   

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore