/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 12 giugno 2024, 13:24

Venditori pronti con il nuovo contratto oneroso, ad attenderli trovano la polizia locale

Una coppia di 85 e 83 anni, residenti a Busto, stava per sottoscrivere un contratto oneroso con alcuni venditori. Ma i coniugi anziani non sono caduti nella trappola ed hanno informato la polizia locale, prontamente intervenuta a supporto

Venditori pronti con il nuovo contratto oneroso, ad attenderli trovano la polizia locale

Palazzo Gilardoni diffonde il testo di una lettera inviata ieri al sindaco Emanuele Antonelli, all’assessore alla sicurezza Salvatore Loschiavo e al comandante della Polizia Locale Stefano Lanna, da parte di una coppia di anziani coniugi che ringrazia l’Amministrazione per il supporto ricevuto in occasione di uno spiacevole episodio.

Si tratta di una testimonianza che può essere utile anche ad altri cittadini che si dovessero trovare nella medesima situazione, oltre che un’ulteriore conferma della vicinanza della Polizia locale ai cittadini.

«Siamo una coppia di coniugi di 85 e 83 anni, residenti in zona Sant'Edoardo.

Già nei mesi scorsi avevamo ricevuto la tanto nominata "Telefonata del falso incidente” e che grazie ai continui avvisi televisivi ci avevano fatto mettere in allarme permettendoci di non farci cadere nella truffa.

Nella mattinata di lunedì 10 u.s. sul nostro telefono di casa venivamo contattati da un fantomatico "sanitario", che con un giro di parole intendeva farci credere di essere informato sul nostro stato di salute ed iniziava a chiedere notizie e dati personali. Lo stesso ci informava che ci avrebbe raggiunto nel pomeriggio per illustrarci delle possibili soluzioni.

Insospettiti e preoccupati sul fatto che un estraneo fosse informato sul nostro stato di salute e informato dei nostri dati personali, decidevamo di rivolgerci a personale del Comando di Polizia Locale che provvedeva immediatamente a rincuorarci e inviava presso la nostra abitazione alcuni agenti che, dopo essersi appostati all'interno di casa nostra, riuscivano a sorprendere i due individui che si erano presentati al nostro domicilio e che alla fine si rilevavano due venditori che con abile arte oratoria avrebbero voluto farci stipulare un contratto di vendita che per il nostro tenore di vita ci avrebbe portato ad un problematico ed ingente esborso di danaro, illudendoci che l'ordine fosse essenziale se non addirittura "vitale".

Con Questa Nostra, intendiamo farVi conoscere la nostra totale stima, riconoscenza e gratitudine nei confronti degli agenti operanti per l'alta professionalità, la disponibilità ma soprattutto la cortesia ed umanità riservata alla nostra persona mettendoci in totale serenità e sicurezza sperando che questa nostra esperienza possa essere un monito a tutti i cittadini vittime di truffa o di raggiro, confidando sempre nelle istituzioni alle quali potersi rivolgere senza alcun timore».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore