/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 07 giugno 2024, 12:24

Al via l’ambulatorio infermieristico nella Casa di Comunità di Busto Arsizio. Sarà aperto sette giorni su sette

Il presidio, dal 1° luglio, situato all’interno del Padiglione Pozzi dell'ospedale di Busto Arsizio. Aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20, il sabato e la domenica dalle ore 8 alle ore 15. Avrà accesso completamente gratuito, solo su appuntamento e con impegnativa del medico di base o specialista

Al via l’ambulatorio infermieristico nella Casa di Comunità di Busto Arsizio. Sarà aperto sette giorni su sette

Dall’1 luglio la Casa di Comunità di Busto Arsizio sarà dotata di un ambulatorio infermieristico, gestito da infermieri. Il presidio sarà situato all’interno del Padiglione Pozzi dell'ospedale di Busto Arsizio.

L'ambulatorio infermieristico, che svolge un ruolo cruciale nell’assistenza territoriale, garantirà un’ampia gamma di servizi per la cura e la promozione della salute e avrà accesso completamente gratuito.

Sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, il sabato e la domenica dalle ore 8.00 alle ore 15.00.

I servizi offerti potenzieranno l’offerta sociosanitaria territoriale, migliorando sia l’accessibilità che la fruibilità per i cittadini, e comprenderanno (tra gli altri) il monitoraggio dei parametri – pressione arteriosa, saturazione, glicemia – l’assistenza ai pazienti con accessi vascolari o portatori di Peg.

“L’attivazione degli ambulatori infermieristici contribuisce al potenziamento dell’offerta sociosanitaria territoriale, attraverso l’erogazione di prestazioni che rispondono a bisogni sanitari e sociosanitari che richiedono competenze infermieristiche di base e avanzate” spiega il Direttore Socio Sanitario di ASST Valle Olona, John Tremamondo.

“Questi ambulatori vanno incontro alle esigenze dei cittadini di accedere a servizi sanitari e prestazioni di assistenza primaria e costituiscono un ponte tra i servizi ospedalieri e territoriali, garantendo una concreta continuità delle cure. Le statistiche rivelano il loro impatto positivo, dall’accessibilità dei servizi alla gestione delle malattie croniche. Questi ambulatori hanno lo scopo di sostenere il paziente nel proprio percorso di salute, attraverso un servizio che migliora l’assistenza sanitaria sul territorio, oltre a promuovere e sostenere i processi di self care, coinvolgendo attivamente il paziente e il caregiver nelle scelte di natura assistenziale”.

Tra le prestazioni erogate si ricordano, per citarne solo alcune: rilevazione della frequenza cardiaca, valutazione del dolore, medicazioni e assistenza a pazienti con accessi vascolari, monitoraggio parametri vitali, interventi educativi volti all’autocura.

Per accedere all'ambulatorio, su appuntamento, è necessaria l’impegnativa dal Medico di Medicina Generale (o Medico Specialista) con richiesta di valutazione e/o intervento infermieristico.

Appuntamenti e prenotazioni presso Punto Unico di Accesso (PUA) - Casa di Comunità di Busto Arsizio, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00, sabato, domenica e festivi settimanali dalle ore 8.00 alle 15.30, tel. 0331.388011, mail: pua.busto@asst-valleolona.it

Con servizi e prestazioni che vanno dal Punto Unico di Accesso (PUA) al servizio di assistenza domiciliare; dal Centro Unico di Prenotazione (CUP) ai servizi amministrativi (scelta e revoca, iscrizione al SSR, richiesta tessera Sanitaria, esenzioni ticket e rimborsi). E ancora: sportello informazioni, medicina generale, infermiere di famiglia e di comunità, continuità assistenziale, servizi sociali alla persona, punto prelievi, servizi per la salute mentale e dipendenze, ma anche programmi di screening e medicina e diagnostica ambulatoriale.

“Le Case di Comunità - conclude il dottor Tremamondo - sono vere e proprie strutture mediche di riferimento territoriale che hanno l’obiettivo di evitare il sovraccarico nei pronto soccorso oltre che orientare il cittadino al controllo sanitario, garantendo un più facile accesso a diagnosi e cure preventive. Lo sforzo è riunire in un unico luogo tutto quello che serve al paziente. Siamo orgogliosi di come l’Azienda con i suoi operatori, ogni giorno, presta servizio nelle Case di Comunità con grande professionalità e dedizione, per servire al meglio i bisogni di salute della popolazione”.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore