/ Cultura

Cultura | 06 giugno 2024, 12:46

Il Fai presenta la mostra “Nel Tempo” a Villa e Collezione Panza

una mostra che, attraverso cinquantanove opere di ventitré artisti provenienti dalla collezione di Giuseppe Panza di Biumo, esplora un argomento tra i più misteriosi e complessi della nostra vita. La rassegna, dal 6 giugno, a cura di Gabriella Belli

Il Fai presenta la mostra “Nel Tempo” a Villa e Collezione Panza

Il FAI - Fondo per l’Ambiente Italiano ETS - presenta Nel Tempo, una mostra che, attraverso cinquantanove opere di ventitré artisti provenienti dalla collezione di Giuseppe Panza di Biumo, esplora un argomento tra i più misteriosi e complessi della nostra vita. La rassegna, a cura di Gabriella Belli con Marta Spanevello, dal 6 giugno 2024 al 6 gennaio 2025. 

Tra gli autori: Hanne Darboven, On Kawara, Joseph Kosuth, Jan Dibbets, Walter De Maria, Franco Vimercati, Cioni Carpi, Maurizio Mochetti e Robert Tiemann. 

«Nell’arte contemporanea il tempo è, appare, si palesa. È un fenomeno da indagare, non come simbolo o divinità, ma come presenza immateriale e intangibile, liquido amniotico del cosmo nel quale galleggiamo, culla di ogni nostro stato d’animo, di ogni azione, di ogni risveglio, di ogni nostra immagine e rappresentazione della realtà» afferma Gabriella Belli - da Febbraio 2024 curatrice del progetto scientifico di Villa e Collezione Panza -  introducendo l’esposizione articolata in due registri narrativi, il tempo eterno e il tempo della realtà, che guidano il visitatore nelle cinque sezioni della mostra: il senso (del tempo), la durata (del tempo), i luoghi (del tempo), il rumore (del tempo) e l’esperienza (del tempo).  

Una riflessione, quella sul tempo e l’arte, particolarmente presente a Villa e Collezione Panza, come dichiara Marco Magnifico Presidente FAI “Nel momento in cui si apre un dialogo personale con un’opera d’arte il tempo perde la sua variabile fisica per assumerne una spirituale, dunque senza tempo. In tutte le opere esposte in questa rassegna la riflessione sulla “fisicità” del tempo – e dunque anche sulla sua “non fisicità” – è l’oggetto stesso dell’ispirazione artistica. Il tempo, come tutto nella vita, è ma può anche non essere: tutto sta nello spessore che sappiamo dargli e … nel tempo che vogliamo dedicargli”. 

c. s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore