/ Cultura

Cultura | 28 maggio 2024, 11:07

In biblioteca a Varese la presentazione di “Quello che noi non siamo” di Gianni Biondillo

L'autore dialogherà con Eugenio Guglielmi, storico dell’architettura e del design. L'appuntamento di giovedì 30 maggio alle 18 è promosso dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Ordine degli Architetti della Provincia di Varese

In biblioteca a Varese la presentazione di “Quello che noi non siamo” di Gianni Biondillo

Giovedì 30 maggio, alle ore 18, presso la Biblioteca civica di Varese, Gianni Biondillo, autore del volume Quello che noi non siamo (Guanda, 2023), dialogherà con Eugenio Guglielmi, Storico dell’Architettura e del Design, e con Michele Mancino, vicedirettore di VareseNews.

Gianni Biondillo racconta, in questo suo romanzo corale, Premio Bagutta 2024, la storia di uomini e donne che presero coscienza del crollo delle false ideologie e che decisero di schierarsi nel nome della Resistenza e della libertà, spesso pagandone le conseguenze: carcerazioni, torture, campi di concentramento. Il ritratto profondo di un’epoca, che ci somiglia più di quanto vogliamo ammettere.

Protagonista è quella generazione di architetti che credette nel fascismo perché si illudeva fosse una vera rivoluzione, come quella artistica che propugnavano con la scelta del razionalismo. Milano fu la fucina di quelle tensioni artistiche, che guardavano all’Europa come a una liberazione dall’asfissiante passatismo provinciale del resto della nazione. Venivano da tutta Italia: irredentisti istriani come Pagano, maestri comacini come Terragni, napoletani inquieti come Persico. E poi tutti gli altri, figli del Politecnico: Figini, Pollini, Bottoni, Banfi, Belgiojoso, Peressutti, Rogers...

Nelle trattorie, nei salotti, alle vernici, incrociavano poeti, galleristi, critici, artisti, e di anno in anno l’adesione al regime si faceva sempre più labile, sempre più critica. Ci pensò la Storia a fare il resto: dalle leggi razziali alla disfatta di Russia, fino al cataclisma dell’8 settembre 1943.

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Varese. Agli Architetti che parteciperanno all’incontro verranno riconosciuti 2 crediti formativi professionali.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore