/ Calcio

Calcio | 28 maggio 2024, 11:48

Trionfo dell'Osvi B nella Csi Varese Cup

La squadra dell'Oratorio San Vittore di Casbeno si aggiudica un'edizione entusiasmante della Coppa Csi. Una vittoria arrivata ai calci di rigore, dopo una finalissima all'ultimo respiro contro la Fulgor Cairate. La final four si è disputata lo scorso weekend sul bel sintetico di Oggiona con Santo Stefano ed ha chiuso la stagione provinciale a livello di calcio a 7 Csi

La festa dell'Osvi B, vincitrice della Csi Varese Cup 23-24

La festa dell'Osvi B, vincitrice della Csi Varese Cup 23-24

Percorso molto lungo, quello della Csi Varese Cup (calcio a 7), incominciato nelle piovose serate di ottobre. Il meteo non è cambiato molto in questa primavera, ma a distanza di sette mesi c'è finalmente una vincitrice: l'Osvi B, la formazione dell'Oratorio San Vittore di Casbeno che, da quest'anno, ha trovato casa per le partite di campionato e coppa al centro sportivo del Bosto.

La squadra biancazzurra ha saputo battere la concorrenza delle altre 63 iscritte, riuscendo a navigare le acque turbolente che hanno portato molte altre colleghe della categoria Eccellenza a capitolare prima della fase finale.

Perché nelle partite ad eliminazione tutto può succedere e squadre delle categorie inferiori possono ribaltare la situazione. Sta proprio in questo il fascino della Coppa, che quest'anno ha avuto il suo epilogo nelle final four sul bel sintetico di via Bonacalza a Oggiona con Santo Stefano.

A contendersi il titolo 4 squadre.
Nella prima semifinale, derby in casa Osvi. Pronostico rispettato con i ragazzi dell’eccellenza che si impongono 3-1 sull'Osvi A (che milita in serie A).
Nella seconda a imporsi è la Fulgor Cairate, neo-promossa in Eccellenza, con un netto 4-1 sul Real Busto (serie B).

Domenica 26 il giorno delle finali.
Quella per il 3/4 posto è una partita combattuta, in grande equilibrio: la spunta Osvi A per 4-3 sul Real Busto.

La finalissima rimane ancor più in bilico. Parte subito forte L'OSVI B, che si porta sul 2-0, mettendo la partita in discesa. Ma la reazione della Fulgor arriva improvvisa: prima si riporta sul pari e, nel secondo tempo, passa addirittura in vantaggio.
I ragazzi di Cairate perdono un uomo per espulsione e mettono in campo tutto quello che hanno per resistere all’assalto dell'Osvi B ma non basta: a pochi secondi dalla fine un tiro su una ribattuta finisce dove il portiere non può arrivare: 3-3.

Si deve andare ai rigori. La tensione è palpabile mentre il risultato che può esaltare una stagione viene affidato all’abilità dal dischetto. I tiratori si susseguono con grande equilibrio, ma Osvi B ne segna uno in più e si aggiudica la coppa.

«La stagione era cominciata molto male: solo nove punti alla chiusura del girone di andata. Avevamo cominciato con ben altre aspettative e il confronto con la realtà è stato duro - commentano dalla società varesina - nella pausa invernale ci siamo ricompattati e, grazie anche al cambio di modulo, abbiamo ritrovato la serenità per arrivare addirittura quarti in campionato. Anche in coppa, passati i primi turni, siamo riusciti a cambiare passo ed è stata una cavalcata stupenda, culminata con il gol all’ultimo secondo che ci ha permesso di andare ai rigori».

Tanti i momenti che hanno fatto la differenza, ma anche e soprattutto le persone. «La dedichiamo a Fabio Ricci e Romeo Triacca che hanno fondato la squadra nel 2009 e sono ancora sostenitori accaniti e a mister Mazzarino, allenatore storico che ha fatto la differenza per tanti di noi. Infine un grazie a Luigi Bosoni, presidente della società. Alla premiazione era visibilmente emozionato, speriamo di averlo reso orgoglioso dato il suo grande impegno e i tanti grattacapi che gli abbiamo fatto passare in questo lunghissimo percorso» concludono dalla società.

Redazione


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore