/ Calcio

Calcio | 28 maggio 2024, 09:51

A volte ritornano: Corrado Cotta è il nuovo allenatore della Castellanzese

Reduce dalla stagione al Varese, terminata con la disputa dei playoff, il neo allenatore dei neroverdi è un gradito ritorno per la società del presidente Alberto Affetti e del diesse Salvatore Asmini. Corrado Cotta: «Qui c'è la possibilità di lavorare bene. Ci sono strutture bellissime, il campo è incredibile e poi è una proprietà seria»

Corrado Cotta e Salvatore Asmini

Corrado Cotta e Salvatore Asmini

La U.S.D. Castellanzese 1921 annuncia di aver affidato la conduzione tecnica della Prima Squadra Corrado Cotta. Un gradito ritorno in neroverde, dopo la stagione 2021-22. Nato a Villa Guardia, in provincia di Como, l'8 agosto 1964, Corrado Cotta è reduce dalla positiva esperienza alla guida del Città di Varese, terminata con la disputa dei playoff.

In carriera ha guidato, tra le altre, il Como (2008-2009, Serie C), la Pro Sesto (2009-2010, Serie C), la Caronnese (dal 2010 al 2013, Serie D), la Novese (2013-2014, Serie D), l'Inveruno (2014-2015, Serie D), il Verbania (2019-2020, Eccellenza), l'Ostuni (2020-2021, Eccellenza), la Castellanzese (2021-2022, Serie D) e il Chieti (2022-2023, Serie D).

In passato, Mister Cotta ha maturato esperienze anche nei settori giovanili di Milan, Bari e Fidelis Andria.

Lo staff tecnico neroverde si avvale del Preparatore Atletico Stefano Faletti, del Preparatore dei Portieri Luca Morlin e del Fisioterapista Fabio Galimberti. Il Club del presidente Alberto Affetti rivolge a Mister Cotta e ai suoi collaboratori un caloroso benvenuto e auguri di buon lavoro. Nel contempo, la società neroverde ringrazia mister Fiorenzo Roncari per il lavoro svolto e per la conquista della salvezza, che ha garantito la permanenza in Serie D.

Ecco le prime dichiarazioni di mister Corrado Cotta da allenatore della Castellanzese: «A volte ritornano; è la prima volta che mi capita in questo mio percorso professionale di ritornare in una società dove ho lavorato. Con il Direttore Asmini spesso ci sentivamo, alcune volte era giù di morale perché vive la Castellanzese come se fosse veramente una sua famiglia e una sua creazione. Quando mi ha chiamato non ci ho pensato tanto perché qui c'è la possibilità di lavorare e dare un'identità partendo dall'inizio, ci sono strutture bellissime, il campo è incredibile, mai visto in queste categorie, e poi è una proprietà che negli anni ha dimostrato programmazione e serietà, tre ingredienti che danno la possibilità ad un allenatore di lavorare. Ringrazio tutti i tifosi per l'affetto che mi hanno sempre dimostrato, sono persone molto rispettose, hanno grande maturità e grande voglia di tifare per i propri beniamini, speriamo che siano contenti sia adesso sia a fine stagione».

Il Presidente della Castellanzese Alberto Affetti ha dichiarato: «Corrado Cotta rappresenta un lieto e gradito ritorno. Non dimentichiamoci che con lui alla guida, la Castellanzese ha ottenuto trentadue punti nel solo girone di ritorno e, se avessimo fatto il medesimo percorso anche all'andata, avremmo terminato il campionato con sessantaquattro punti, andando a disputare i playoff. Abbiamo un bel ricordo di Corrado Cotta, confidiamo nella sua esperienza e nella sua capacità nel costruire (assieme al nostro Direttore Sportivo Salvatore Asmini) una squadra di buon livello che possa togliersi qualche soddisfazione. Mister Cotta è la prima pietra su cui costruire la nostra squadra, che deve essere la migliore possibile soprattutto a fronte di un'esperienza passata dove abbiamo sofferto fino all'ultimo secondo, cosa che non vogliamo accada più perché è troppo doloroso. Auguro a Corrado Cotta buon lavoro».

Il Direttore Sportivo della Prima Squadra Salvatore Asmini ha aggiunto: «Cotta è un allenatore super esperto e navigato, l'ultima ciliegina è stato il terzo posto con il Città di Varese, squadra messa assieme all'ultimo momento con competenza dal Direttore e dall'allenatore. Con Mister Cotta ci conosciamo da anni e in più occasioni gli ho manifestato i miei due grandi sbagli nei suoi confronti, il primo due anni fa quando nel girone di ritorno ha conquistato trentadue punti e io non l'ho riconfermato e poi la stagione successiva, quando c'era la possibilità di richiamarlo, ho continuato a sbagliare non richiamandolo e di questo mi spiace. Quando quest'anno gli ho fatto la proposta, ha accettato subito e sono felice di averlo ripreso, in accordo con il Presidente, perché è la persona giusta al posto giusto, questa è una società dove si rispetta tutto quello che si promette ma ci vuole gente aziendalista, lavorando con la stessa testa del Presidente».

Sul nuovo corso della formazione Juniores Nazionale, il Direttore Sportivo Salvatore Asmini ha concluso: «La Juniores è sempre stata trascurata, non per demerito di Mister Colombo che ringraziamo per il lavoro che ha svolto; da quest'anno faremo qualcosa che non è mai stato fatto a Castellanza. L'allenatore sarà Marco Visentin, con il Preparatore della Prima Squadra Stefano Faletti che due volte a settimana sarà sul campo a collaborare direttamente con l'allenatore della Juniores, perché vogliamo preparare i ragazzi a un certo tipo di lavoro. La Juniores non sarà lasciata sola ma sarà seguita attentamente. Mister Cotta e il sottoscritto andremo una volta al mese a seguire una partita perché vogliamo creare una nuova mentalità».

Redazione


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore