/ Economia

Economia | 21 maggio 2024, 18:24

Maltempo, Coldiretti fa la conta dei danni: «Varesotto nella morsa, in Lombardia 70 eventi estremi»

Un bilancio fosco per gli agricoltori: «La situazione ha paralizzato le semine di mais e soia, danneggiato i prati destinati al foraggio per gli animali, bloccato i trapianti di pomodoro e ostacolato la crescita dei meloni. Le coltivazioni di orzo e frumento rischiano l’asfissia, e le piante diventano più vulnerabili agli attacchi di funghi e parassiti»

Maltempo, Coldiretti fa la conta dei danni: «Varesotto nella morsa, in Lombardia 70 eventi estremi»

In questi giorni le campagne del Varesotto sono ancora strette sotto la morsa del maltempo con campi allagati e semine ritardate, mentre in Lombardia si sono scatenati oltre 70 eventi estremi, tra nubifragi, bombe d’acqua, grandinate e tempeste di vento, solo nell’ultima settimana. Questo è quanto emerge dal monitoraggio di Coldiretti Varese sui dati dell’European Severe Weather Database (ESWD), mentre la regione continua a essere colpita da condizioni climatiche avverse.

Le campagne dell’intera regione, da Nord a Sud e da Est a Ovest, sono attualmente sommerse da quantità eccezionali di pioggia. I tecnici di Coldiretti riportano che gli agricoltori sono impossibilitati a entrare nei campi e a proseguire con i lavori stagionali a causa dell’allagamento.

«La situazione ha paralizzato le semine di mais e soia, danneggiato i prati destinati al foraggio per gli animali, bloccato i trapianti di pomodoro e ostacolato la crescita dei meloni. Le coltivazioni di orzo e frumento rischiano l’asfissia, e le piante diventano più vulnerabili agli attacchi di funghi e parassiti» dicono da Coldiretti.

Gli apicoltori, inoltre, affrontano una primavera difficile, caratterizzata da eccesso di precipitazioni e temperature basse, con inevitabili cali produttivi sulle prime produzioni di acacia, tarassaco e millefiori primaverili.

Secondo Coldiretti Varese, «Ci troviamo di fronte a una chiara tendenza verso la tropicalizzazione del clima. Questo fenomeno comporta una maggiore frequenza di eventi violenti, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense e rapidi passaggi dal caldo al maltempo, aggravando la fragilità del territorio già compromesso dal consumo di suolo».


TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore