/ varesenoi.it

varesenoi.it | 20 maggio 2024, 13:36

Il festival “Tra Sacro e Sacro Monte” fa 15 edizioni e regala un’esposizione diffusa alla città

Dal 20 maggio al 5 giugno Varese potrà vivere “Una Storia Tanti Artisti” con riferimento ai protagonisti delle prime 14 edizioni del festival che ogni estate anima il mese di luglio al Sacro Monte. Una mostra diffusa in diversi luoghi della città

Il festival “Tra Sacro e Sacro Monte” fa 15 edizioni e regala un’esposizione diffusa alla città

Dal 20 maggio al 5 giugno Varese potrà vivere “Una Storia Tanti Artisti” con riferimento ai protagonisti delle prime 14 edizioni del festival che ogni estate anima il mese di luglio al Sacro Monte.

Una mostra diffusa tramite affissione di manifesti in diversi luoghi della città con alcuni dei protagonisti più significativi sin dal 2010.
«Avevamo il desiderio – spiega Andrea Chiodi, direttore artistico della rassegna – di festeggiare questo traguardo importante portando sui muri della città i grandi protagonisti di questi anni, che sono sicuramente i più grandi interpreti della scena teatrale italiana. L’idea di una mostra itinerante vuole rendere fruibile, passeggiando per la città, al maggior numero di persone le immagini che riportano, di volta in volta, momenti delle varie edizioni”. I Protagonisti della cultura arrivati in cima al Sacro Monte sono stati immortalati dal fotografo Giacomo Vanetti, storico collaboratore di Tra Sacro e Sacro Monte che ha saputo catturare sguardi e gesti degli artisti.

«Da Casbeno a Masnago troveremo la piccola eredità culturale del festival con i volti di Lucilla Morlacchi, Massimo Popolizio, Piera Degli Esposti, Elisabetta Pozzi, Giorgio Albertazzi, Umberto Orsini, Gabriele Lavia, Federica Fracassi, Giacomo Poretti, Paola Gassman e Ugo Pagliai, Giovanni Scifoni e Giancarlo Giannini».
«Lavorare per Tra Sacro e Sacro Monte mi ha dato la possibilità di fotografare attori straordinari» racconta Giacomo Vanetti, storico fotografo del festival e autore degli scatti di questa esposizione diffusa.

«Ho potuto raccontare attraverso lo scatto fotografico l’emozione e il messaggio che l’artista trasmette al pubblico, con la propria presenza e allo stesso tempo mantenere vivo il ricordo di tale esperienza».
La mostra si concluderà il 5 giugno, data nella quale sarà annunciata la stagione 2024 della manifestazione che avrà come palcoscenico la XIV cappella del Sacro Monte.

L’edizione numero 15 sarà arricchita da un appuntamento speciale, pensato proprio per questa importante ricorrenza, da condividere con il pubblico che segue sempre numeroso il festival.

c. s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore