/ Territorio

Territorio | 18 maggio 2024, 13:48

Si chiude un'epoca: Pierfrancesco Buchi lascia la presidenza della Croce Rossa di Luino

La fine del mandato dopo 16 anni. Domani 250 volontari chiamati a scegliere il nuovo Presidente

Si chiude un'epoca: Pierfrancesco Buchi lascia la presidenza della Croce Rossa di Luino

Con la fine del mandato di Pierfrancesco Buchi come Presidente della Croce Rossa di Luino e Valli, si chiude, dopo 16 anni, un'epoca per il Comitato luinese. 

Buchi, la cui guida ha segnato un periodo di rinnovamento e crescita, passa il testimone, non senza prima assicurare che il suo impegno continuerà in una nuova veste, supportando il passaggio generazionale che vedrà nuovi volti alla guida dell'Associazione.

Durante il suo mandato, la Croce Rossa sul territorio è stata punto di riferimento del soccorso, della solidarietà comunitaria e nelle emergenze locali, affrontando con vigore le sfide del sociale, della prevenzione e della formazione. L'accento posto sulla gioventù e l'incoraggiamento al loro coinvolgimento ha garantito un futuro ed un ricambio nell'associazione, arricchendo il tessuto sociale di Luino e delle Valli circostanti. La Croce Rossa si è affermata come realtà autorevole nel tessere relazioni e nel costruire un rilancio dell'immagine, grazie all'instancabile servizio dei tanti volontari e dipendenti, motivati da uno stile organizzativo che è stato pioniere nell'evidenziare quante cose buone e belle vengono fatte dagli operatori CRI del luinese.

L'Assemblea dei Soci CRI, riunitasi il 15 maggio per l'approvazione del Bilancio Consuntivo 2023, per la relazione di fine mandato e per la presentazione dei candidati interni alle elezioni del 19 di maggio, ha sancito il trend positivo di questi anni, che vede la Croce Rossa di Luino e Valli solida, sana, autorevole e con una visione chiara sul domani.

"Il mio obiettivo è sempre stato quello di lasciare il Comitato di Luino e Valli più forte e più autorevole di come l'ho trovato. Bilanci solidi, servizi in aumento, attività di assistenza e prevenzione consolidate, relazioni esterne efficaci, volontari motivati e diverse iniziative che ci hanno fatto essere punti di riferimento nella capillarità dell'aiuto, nella comunicazione di quello che viene fatto dal nostro personale e nell'attrattiva che la Croce Rossa ha tra le persone che decidono di avvicinarsi a noi. Sono grato a coloro che in questi anni mi sono stati vicini e hanno creduto in una CRI aperta e ben inserita nelle dinamiche del territorio. Credo fermamente nella capacità delle nuove generazioni di far tesoro di chi ha esperienza e di portare avanti l'eredità di valori, passione e dedizione che hanno caratterizzato la Croce Rossa di Luino e Valli. Lascio la presidenza, ma non l'impegno". Ha dichiarato Pierfrancesco Buchi.

Il suo successore potrà contare su una realtà ben consolidata e pronta a continuare nel percorso tracciato. La transizione si prospetta fluida, con Buchi e molte figure chiave di questi anni al suo fianco che rimarranno attive all'interno dell'Associazione per assicurare massimo supporto alla nuova governance.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore