/ Lombardia

Lombardia | 17 maggio 2024, 16:44

Il Ceas del Parco Lambro allagato, evacuati 70 ospiti fragili. Cosentino e Marrelli (Lombardia Ideale): «Inaccettabile che il comune lasci un’attività così importante in un’area esondabile»

«Sala dia risposte, sostegno a don Mazzi» affermano Giacomo Cosentino e Luca Marrelli, rispettivamente Capogruppo e Consigliere regionale milanese di Lombardia Ideale

Giacomo Cosentino

Giacomo Cosentino

“Milano paga ancora volta un prezzo altissimo per il maltempo a causa dell’impreparazione del Comune più che della portata degli eventi atmosferici. C’è un caso che ci colpisce in modo particolare, cioè quanto successo al CeAS - Centro Ambrosiano di Solidarietà gestito da don Antonio Mazzi, che ha sede nel parco Lambro. A seguito dell’esondazione del fiume Lambro, la struttura è stata sommersa da oltre un metro d'acqua e le 70 persone ospitate hanno dovuto abbandonare la loro comunità di accoglienza e sono temporaneamente accolte da una parrocchia del quartiere. Un fatto grave e molto triste su cui l’amministrazione Sala dovrebbe riflettere e dare delle risposte”. Lo affermano Giacomo Cosentino e Luca Marrelli, rispettivamente Capogruppo e Consigliere regionale milanese di Lombardia Ideale.

“Chiamiamo in causa l’amministrazione comunale - spiegano gli esponenti regionali -, perché si tratta solo dell’ultimo episodio di una situazione gravissima, irrisolta negli anni. Il CeAS svolge un’attività straordinaria dando ospitalità a mamme sole con i loro bambini, famiglie in emergenza abitativa, giovani e adulti fragili, con disagio psichico e dipendenze. Che alla struttura non sia stata ancora trovata una sistemazione più sicura - sottolineano Cosentino e Marrelli - è francamente inaccettabile ed è incomprensibile come un’attività così importante di solidarietà sociale sia collocata in una nota area esondabile, quella appunto attraversata dal fiume Lambro”.

“Esprimendo massima solidarietà, oltre che pieno sostegno, a don Mazzi e agli ospiti del suo centro, chiediamo dunque al Comune di dare subito una risposta seria e tempestiva di fronte a questa emergenza, che ha risvolti umani troppo importanti per essere ancora una volta ignorata dall’amministrazione del sindaco Sala”, concludono i Consiglieri regionali di Lombardia Ideale.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore