/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 17 maggio 2024, 07:00

VIDEO. Di campione in campione: dalle pinne di Martinenghi un’opera d’arte di Carnini

Il pluricampione di nuoto ha donato le pinne e l’ex olimpionica, artista e chirurgo vascolare, realizzerà un’opera d’arte che verrà donata alla Audio-Vestibologia dell’ospedale di Varese

VIDEO. Di campione in campione: dalle pinne di Martinenghi un’opera d’arte di Carnini

Sport, arte e solidarietà. Un tris che il consigliere Alessandro Albani e Matteo Toia sperano vincente. Un tris che ha tutti i crismi per sfociare in un’opera di beneficenza. Ma allora come coniugare sport, arte e solidarietà? Il pluricampione dei 50 e 100 rana Nicolò Martinenghi, azzatese, ha firmato e donato le sue pinne, l’ex olimpionica di nuoto sincronizzato, ora artista e chirurgo vascolare Manuela Carnini realizzerà un’opera d’arte che sarà messa all’asta e il ricavato andrà in beneficenza per la Audio Vestibologia di Varese.

Così in collaborazione con Aguav, l’associazione genitori utenti audio vestibologia di Varese, i bustocchi Albani, Carnini e Toia hanno unito le forze per dar vita a un progetto che piace chiamare “La forza oltre”.

Ma come Manuela Carnini darà vita alle pinne del campione di nuoto? «Per ora si tratta solo di un’idea – afferma - prevedo un ambiente marino, l’orizzonte dei cinque cerchi: insomma troverò il modo di valorizzare queste pinne».

«Più che progetto – precisa Matteo Toia – lo definirei frutto di buone relazioni: con Manuela e Alessandro. Da olimpionico a olimpionica: è stato facile coniugare il talento di Manuela alla sensibilità di Nicolò Martinenghi. Per sostenere una delle realtà del territorio».

«È importante sostenere il terzo settore – sottolinea Albani - Questo binomio tra sport e arte ben rappresentato da Manuela, è originale. Accettiamo questa sfida, ma certamente è importante l’affinità sociale e sostenere Aguav».

Dunque Martinenghi e Carnini, due olimpionici: lui 4 mondiali con due ori, 4 argenti e un bronzo e due olimpiadi, lei olimpionica nel ’96 ad Atlanta, bronzo agli europei, plurimi titoli come oro italiano di sincro. Manuela ha nuotato fino a 21 anni, ora di anni ne ha 50 con una bella carriera di medico chirurgo vascolare in diversi laboratori in provincia di Varese, al San Carlo di Busto Arsizio e alla Multimedica di Castellanza e vanta un curriculum artistico di tutto rispetto con i suoi quadri all’insegna dell’amore che hanno girato tutta Europa, approdando nientemeno che sul maxischermo di Times Square negli Usa, a Miami, New York e Los Angeles. 

VIDEO 

Laura Vignati

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore