Basket - 12 maggio 2024, 12:52

La Varese del basket in carrozzina torna in Serie A

Impresa dell'Amca Elevatori che a Roma batte la Lazio e si aggiudica la finale del campionato. È stato l'ultimo atto di una stagione praticamente perfetta

La Varese del basket in carrozzina torna in Serie A

S.S. Lazio Basket - Amca Elevatori H.S. Varese 48-62 (13-12, 23-30, 35-48)

Lazio: Marzioli, A. Pellegrini 19, G. Pellegrini, Ciciou 2, Bundzins 13, Cimarelli 2, C. Paggi 12. All. M. Paggi.

Amca Elevatori: Pedron 12, Nava 8, Roncari 14, Iragorri 6, Silva 12, Samadi 10, Sala, Fiorentini, Paonessa. All. C. Marinello, A. Pedron.

 

L'Amca Elevatori torna in serie A: batte la S.S. Lazio Basket anche nella seconda sfida per la promozione ed evita la trappola di una eventuale “bella” da disputare a distanza di poche ora nuovamente nella Capitale, riguadagnando una posizione di prestigio ai massimi livelli del basket in carrozzina nazionale.

Per molti versi gara 2 è una replica della prima sfida, disputata a Varese sabato scorso e vinta dai biancorossi per 58-42: avvio morbido, poi una costante ma irresistibile progressione, “firmata” innanzitutto da una eccellente difesa e poi, in attacco, un po' da tutti quanti i giocatori schierati dall'accoppiata Pedron-Marinello; tuttavia i 12 punti di Alessandro Pedron, record stagionale, meritano sicuramente una sottolineatura, così come il fatto che, pur con soli 62 punti realizzati, l'Amca Elevatori ha piazzato quattro giocatori in doppia cifra, a testimonianza di una pericolosità offensiva molto ben distribuita.

Un unico, breve momento di difficoltà: in avvio dell'ultimo quarto la Lazio produce il massimo sforzo realizzando un parzialino di 6-0 che la rimette in partita (41-48 al 33'). Ma è solo un attimo: l'Amca Elevatori ha la lucidità e la forza psicologica per reagire, piazza a sua volta un 4-0 che è un chiaro segnale di presenza e da questo momento la strada si fa davvero in discesa per i varesini sino al tripudio finale.

E' stata una stagione praticamente perfetta per l'Amca Elevatori, conclusa senza alcuna “macchia”:  10 vittorie in altrettante partite nella prima fase del campionato di serie B, poi la sfida-promozione con questa Lazio che aveva realizzato lo stesso percorso netto nella prima fase ma che aveva conosciuto una sconfitta nella semifinale con Lecce, conclusa sul 2-1 (Varese non aveva giocato per il forfeit di Porto Torres).

Una grande soddisfazione per la società, che in questo 2024 festeggia il quarantesimo anno di attività e che celebrerà la ricorrenza disputando nuovamente, a due anni di distanza, il campionato di serie A. Una soddisfazione per i risultati ottenuti (meglio di così...) e per avere azzeccato tutte le mosse, dalla scelta di un tecnico al debutto (Alessandro Pedron ha avuto il doppio incarico di giocatore e allenatore) a quella dei due giocatori stranieri, perché Iragorri e Samadi si sono rivelati acquisti azzeccatissimi, sul piano tecnico e umano. 

Ora è giusto festeggiare, presto la programmazione di un'altra stagione molto importante nella storia del club. 

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

SU