Varese - 06 aprile 2024, 14:17

Open Day da record all'Università dell'Insubria: 2200 aspiranti matricole e centinaia di accompagnatori tra Varese e Como

Partecipanti provenienti da quasi tutta Italia e anche dall'estero, in particolare Svizzera, Belgio e Germania. Una giornata di incontro con professori, personale tecnico e amministrativo e studenti in veste di tutor

Open Day da record all'Università dell'Insubria: 2200 aspiranti matricole e centinaia di accompagnatori tra Varese e Como

Numeri eccezionali per l’Open day 2024 dell’Università dell’Insubria tra Varese e Como: 2200 iscritti, circa 500 in più rispetto alla già ottima media degli anni scorsi, 3200 attività prenotate, centinaia di accompagnatori.

Una giornata di incontro soleggiata e vivace, con tanti professori, personale tecnico e amministrativo e studenti in veste di tutor, che hanno accolto le aspiranti matricole nella sede di via Monte Generoso, al Padiglione Morselli e al PalaInsubria a Varese, in via Valleggio e nel Chiostro di Sant’Abbondio a Como.

Tra i partecipanti anche un’ottima presenza internazionale, con oltre 50 interessati dalla Svizzera, ma anche da Belgio e Germania. E da tutta Italia: quasi 150 studenti dal Piemonte, e poi da Abruzzo, Campania, Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Toscana, Trentino, Umbria, Veneto.

L’evento, organizzato dall’Ufficio Orientamento e placement dell’Insubria e coordinato dalla delegata del rettore, professoressa Michela Prest, si è aperto con una panoramica generale sull’Ateneo e sui suoi servizi proposta in tutte le aule. Di seguito, si sono svolte le presentazioni dei 23 corsi di laurea triennali e dei tre corsi magistrali a ciclo unico, che hanno quasi tutti hanno raggiunto il 100 per cento di prenotazioni dei posti disponibili.

Molto affollati tutti gli incontri, per molti dei quali sono state raddoppiate e addirittura triplicate le aule di accoglienza. Particolare interesse per Economia, Biotecnologie e Scienze Biologiche, Fisioterapia, Medicina, Infermieristica, Scienze della comunicazione, Giurisprudenza e Scienze motorie.

L’elenco completo dei corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico dell’Insubria e tutte le informazioni per le immatricolazioni: https://www.uninsubria.it/openday

Da oggi, fino all’apertura delle immatricolazioni, saranno proposte altre iniziative di orientamento: l’incontro online per i genitori giovedì 11 aprile alle ore 18https://www.uninsubria.it/incontro-genitoriEveryday Insubria, ovvero la possibilità per gli studenti delle scuole superiori di partecipare a vere e proprie lezioni universitarie, con un calendario che sarà pubblicato a breve; una nuova giornata a porte aperte a luglio.

Le immatricolazioni saranno aperte, con modalità esclusivamente online, dal 10 luglio al 30 settembre per i corsi di laurea ad accesso libero. Per i corsi ad accesso programmato è invece necessario presentare domanda di iscrizione secondo le modalità riportate nei relativi bandi di concorso, proposti in forma di Tolc-Med per Scienze motorie, mentre per Medicina e Odontoiatria i test di ammissione si svolgeranno in presenza il 28 maggio e il 30 luglio. Per Biotecnologie, Economia, Mediazione interlinguistica e interculturale, Scienze Biologiche c’è il numero chiuso in ordine di presentazione delle domande.

L’Università dell’Insubria favorisce, inoltre, la partecipazione ai corsi universitari di atleti impegnati nella preparazione tecnico-agonistica di alto livello e sostiene la partecipazione ad attività sportive da parte di studenti universitari. I College sportivi universitari attivi, istituiti sulla base di convenzioni sottoscritte con le federazioni sono: Atletica leggera (mezzofondo), Canottaggio, Tiro con l’arco, Prove nordiche (sci alpinismo), Triathlon.

La tassa di iscrizione all’Università dell’Insubria è composta dalla tassa regionale di 156 euro e da un contributo che si calcola in base all’Isee. Per esempio, il contributo è pari a zero per tutti i corsi di laurea per chi ha un Isee inferiore ai 22mila euro ed è di 140 euro con Isee da 22 a 25mila euro. Poi si sale gradualmente, con differenze a seconda della tipologia di corso: il contributo potrebbe essere di 1260 euro per Isee da 32mila euro, di 1980 per Isee da 38mila, di 2880 per Isee da 50mila, fino a un massimo di 3420 euro per chi supera i 65mila di Isee. Numerose le opportunità di borse di studio di reddito e merito.

L’Università dell’Insubria, fondata il 14 luglio 1998 e con una popolazione di circa 11.800 studenti e 435 docenti, offre 23 corsi di laurea triennale e tre corsi di laurea magistrale a ciclo unico, di cui uno con possibilità di doppio titolo. Durante quest’anno accademico, l’ateneo ha reso disponibili quasi 1293 posti in 276 università di 28 Paesi attraverso il programma Erasmus+.

Per i laureati triennali che vogliono completare la loro formazione sono già in corso gli Insubria Days, eventi diffusi dedicati ai 15 corsi di laurea magistrale che proseguono fino a luglio con un calendario in continuo aggiornamento, disponibile alla pagina www.uninsubria.it/insubria-days.

Tra i punti di forza dell’ateneo c’è l’elevato tasso di inserimento occupazionale dei suoi laureati, come evidenziato nel Rapporto AlmaLaurea. A un anno dal conseguimento del titolo, l’86% dei laureati triennali Insubria e l’84,3% dei laureati magistrali hanno trovato impiego, superando le medie nazionali del 75,4% e del 77,1%. Si nota, inoltre, un notevole successo tra i laureati in corso: l’età media al momento della laurea è di 24,8 anni, il 72,1% completa gli studi in corso e il voto medio di laurea è di 102,8 su 110. Più della metà dei laureati (55,5%) ha svolto tirocini riconosciuti dal proprio corso di studi, mentre il 9,5% ha partecipato al programma Erasmus; il 69,8% degli studenti ha avuto esperienze lavorative durante il percorso accademico.

I corsi di laurea triennale dell’Insubria si dividono per tematiche e sedi. A Varese: Economia e management dell’innovazione e della sostenibilità versione tradizionale e versione «Digitale integrato», Scienze della comunicazione, Storia e storie del mondo contemporaneo, Biotecnologie, Scienze biologiche, Scienze dell’ambiente e della natura, Informatica, Ingegneria per la sicurezza del lavoro e dell’ambiente, Scienze motorie. A Como: Chimica e chimica industriale, Fisica, Matematica, Scienze della mediazione interlinguistica e interculturale, Scienze del turismo.

Tra le professioni sanitarie: Infermieristica nelle tre sedi di Varese, Como e Busto Arsizio, e il corso in Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro a Como. A Varese: Ostetricia, Educazione professionale, Fisioterapia, Igiene dentale, Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, Tecniche di laboratorio biomedico, Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia.

Tre i corsi di laurea magistrali a ciclo unico: Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria a Varese, entrambi della durata di sei anni di studio, Giurisprudenza a Como e Varese, della durata di cinque anni e con la possibilità di svolgere il doppio titolo con l’Università di Nantes.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU