/ Territorio

Territorio | 03 aprile 2024, 10:55

Danneggiata e vandalizzata l'installazione artistica di Alessandro Puccia sul lungofiume di Sesto Calende

L'opera per fortuna è stata ripristinata benché ignoti l'avessero gettata a terra e portato via alcuni pezzi. La "risposta" ai vandali dell'artista in un video sui social: «L'arte veicola messaggi importanti e riflessioni profonde che non possono essere danneggiate come quelle sulla tutela del pianeta e del Lago Maggiore»

L'installazione di Alessandro Puccia danneggiata e gettata a terra a Sesto Calend e

L'installazione di Alessandro Puccia danneggiata e gettata a terra a Sesto Calend e

Brutto episodio alcune sere fa a Sesto Calende dove l'installazione artistica realizzata sul lungofiume da Alessandro Puccia è stata danneggiata e gettata a terra da ignoti che hanno anche portato via alcuni pezzi dell'opera inaugurata lo scorso 22 marzo (LEGGI QUI)

La "risposta" ai vandali è arrivata tramite un video sui social da parte dello stesso Puccia: «Spesso l'arte veicola messaggi importanti e riflessioni profonde che non possono essere distrutte. Purtroppo se non riusciamo a rispettare nemmeno le cose semplici che ci circondano come possiamo pensare di tutelare la nostra madre terra».

Per fortuna l'installazione è stata aggiustata ed è nuovamente a disposizione per essere ammirata da cittadini, visitatori e turisti fino al 28 aprile. 

«L'installazione è tornata al suo posto per continuare a fa riflettere sul tema della tutela del Lago Maggiore» conclude Puccia. 

M. Fon.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore