/ Politica

Politica | 03 aprile 2024, 15:44

Indennizzo Trenord, Astuti (Pd): «Niente rimborso ai pendolari delle nostre linee, anche se sono tra le peggiori»

Il consigliere regionale del Pd, il varesino Samuele Astuti interviene ancora in merito al nuovo tipo di bonus entrato in vigore dal primo aprile. «I numeri delle nostre direttrici restano comunque tra i peggiori»

Indennizzo Trenord, Astuti (Pd): «Niente rimborso ai pendolari delle nostre linee, anche se sono tra le peggiori»

“Che il nuovo tipo di rimborso elargito da Trenord ai pendolari che subiscono ritardi e soppressioni fosse una vera beffa lo avevamo già detto: non solo non è più automatico e deve essere richiesto dall’utente attraverso una procedura molto più complessa, ma cambia anche il calcolo dei disservizi e diventa molto più difficile ottenerlo perché, se prima erano considerati i ritardi di oltre cinque minuti, ora si considerano quelli di oltre quindici minuti.

Basti pensare, a titolo di esempio, che per il servizio di gennaio oggi risultano sotto lo standard qualitativo soltanto tre direttrici, mentre con il vecchio metodo sarebbero state venti e sicuramente, tra queste, ci sarebbero state anche tre nostre linee” così il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti in merito al nuovo tipo di bonus entrato in vigore dal primo aprile.

“Sì, perché, pur non dando più diritto al rimborso, i numeri delle nostre direttrici restano comunque tra i peggiori - spiega Astuti -: la linea P.to Ceresio-Varese-Gallarate-Milano, con 1.141 treni programmati, ha collezionato 59 ritardi superiori ai 15 minuti e 6 soppressioni, raggiungendo il 5,70% di disservizi; peggio ancora la Luino-Gallarate-Milano che, con 881 treni programmati, ha subito 55 ritardi e 23 soppressioni, raggiungendo l’8,85%; o la Laveno-Varese-Saronno-Milano che, con 2.437 treni programmati, ha subito 166 ritardi e 46 soppressioni arrivando all’8,70%”.

“Cominciano ad arrivare anche le segnalazioni dei pendolari che superano le peggiori previsioni - aggiunge il consigliere dem - dimostrando che con questa operazione si fanno risparmiare quattrini all’azienda regionale sulla pelle dei poveracci che ogni giorno devono prendere il treno per lavoro o per studio e che si sentono presi in giro ripetutamente. Una operazione che non incentiverà certo il trasporto ferroviario lombardo, anzi”.

Redazione


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore