/ Economia

Economia | 05 marzo 2024, 16:53

Rinnovato il contratto dell'industria agroalimentare per oltre 70mila lavoratori in Lombardia

«Un grande risultato, 280 euro al mese in busta paga, rafforzamento del welfare, riduzione dell’orario lavoro e abbattimento del lavoro precario» commenta Alberto Donferri del sindacato Uila

Alberto Donferri (Uila Lombardia)

Alberto Donferri (Uila Lombardia)

Dopo 7 mesi di negoziato e 4 giorni di trattativa è arrivato il rinnovo del contratto collettivo nazionale per i lavoratori dell’industria alimentare. Un grande successo per i quasi 500 mila lavoratori italiani di cui 70 mila nella Lombardia e 17 mila nella sola Milano che vedranno la loro busta paga salire di 280 euro al mese.

Importante, dunque, il recupero del potere d’acquisto dei salari, mangiato dall’inflazione in questi ultimi anni. L’aumento salariale, a regime, di 280 € mensili, comporterà un incremento del montante complessivo di 10.236 euro. La prima tranche sarà a decorre dal 1 dicembre 2023 e, nei primi 14 mesi di vigenza, le aziende corrisponderanno oltre 60% dell’aumento complessivo.

«Si tratta di un risultato straordinario – commenta il segretario generale UILA Milano Alta Lombardia Alberto Donferri - per tutte le persone che rappresentiamo ottenuto grazie al forte impegno messo in campo dal sindacato e alla qualità delle relazioni sindacali che abbiamo saputo costruire. Oltre al recupero del poter di acquisto dei salari abbiamo rafforzato il welfare contrattuale, aumentando le risorse per la previdenza e la sanità integrativa, per la tutela della maternità. E’ anche stato previsto, per i casi di mancata contrattazione di secondo livello altri 15 euro mensili a quelli già previsti».

Importanti i risultati anche sulla riduzione dell’orario di lavoro, che nel settore alimentare non subiva modifiche, a livello nazionale, da 30 anni: a partire dal 1 gennaio 2026 coloro che svolgono turni di 18 e 21 ore avranno una riduzione di 4 ore a cui si aggiungeranno altre 4 ore l’anno successivo, mentre dal 1 gennaio 2027 la riduzione di 4 ore si applicherà a tutti i lavoratori e le lavoratrici. C’è l’impegno inoltre a definire future intese a livello aziendale con le Rsu per ulteriori riduzioni dell’orario di lavoro in caso di investimenti tecnologici che potrebbero impattare su produttività e occupazione.

E di rilievo resta il disposto sul mercato del lavoro che produce notevoli passi in avanti per abbattere il lavoro precario in un settore caratterizzato dalla stagionalità e dal ricorso ai contratti in somministrazione e staff leasing. 

«Nel contratto siglato con le realtà datoriali – continua Donferri - abbiamo, inoltre, posto un argine alla precarietà del lavoro dimezzando le possibilità per le imprese di far ricorso ai contratti in somministrazione, a termine e staff leasing. Infine, abbiamo avviato un percorso di progressiva riduzione dell’orario di lavoro a parità’ di salario. Si tratta in sintesi di un grande contratto, forse il più importante che abbiamo rinnovato grazie all’impegno di tutti i lavoratori che a partire dai luoghi di lavoro ci hanno sempre fatto sentire la loro vicinanza, il loro sostegno e il loro consenso».

I dati del contratto in sintesi:

Aumento salariale pari a 280 euro con queste scadenze:

dicembre 2023: 20 euro + 55 IAR

settembre 2024: 35 euro

Gennaio 2025: 60 euro

Gennaio 2026: 60 euro

Gennaio 2027: 39 euro

Settembre 2027: 11 euro IAR

Nei 4 anni il montante complessivo erogato sarà pari a 10236 euro.

Aumento di 4 euro contributo FASA

Aumento di 1 euro contributo maternità 

Contributo Alifond da 1.2 a 1.5 per cento

Orario:

Dal 1.1.26 aumento di 4 ore di Rol per i turnisti a 18 o 21 turni

Dal 1.1.27 aumento ulteriore di 4 ore di Rol per i turnisti a 18 o 21 turni 

Dal 1.1.27 aumento per tutti i lavoratori di 4 ore di Rol 

Mercato del lavoro:

Percentuale massima complessiva pari al 25 per cento di utilizzo dei contratti a termine/somministrati/staff leasing (attualmente il 50 per cento)

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore