/ Varese

Varese | 28 febbraio 2024, 15:00

FOTO. Il piccolo Tommaso ha paura di entrare in sala operatoria, il Ponte del Sorriso chiama Spiderman e lo spavento vola via

Una storia delicata ed emozionante arriva dal Del Ponte di Varese grazie alla sensibilità del personale medico e della onlus. Emanuela Crivellaro: «I bambini si addormentano in anestesia con l’ultima immagine che vedono negli occhi. Deve essere rassicurante, altrimenti si svegliano spaventati»

FOTO. Il piccolo Tommaso ha paura di entrare in sala operatoria, il Ponte del Sorriso chiama Spiderman e lo spavento vola via

Tommaso, 7 anni, alla terza operazione per una rara e complicata patologia urologica, reagisce con un deciso no, nonostante la dottoressa Maria Glenda Di Napoli, dirigente medico della SSD di Urologia Pediatrica all’Ospedale Del Ponte di Varese, cerchi in tutti i modi di convincerlo. Scopre però che Tommaso ha una vera ammirazione per Spiderman.

Il Ponte del Sorriso organizza dunque l’arrivo del Super eroe per il giorno dell’intervento e insieme agli urologi pediatri, agli anestesisti e a tutto il personale della sala operatoria vengono messe a punto le modalità con cui il volontario Max Supermax, travestito da Spiderman, potrà accompagnare Tommaso fino al letto operatorio.

Alle 7.30 tutto è pronto. Spiderman con Emanuela Crivellaro, presidente de Il Ponte del Sorriso, fa il suo ingresso con un palloncino nella stanza della pizza in Pediatria, dove Tommaso, preoccupato, attende con i suoi genitori di andare in sala operatoria. “Sto cercando un bambino” dice Spiderman. Il piccolo si illumina e con gli occhi ludici, risponde con voce squillante “Sono io, sono Tommaso, sono proprio io!”.

Non ci vuole molto a capire che Tommaso si farà condurre senza timore. Dopo qualche battuta e un po’ di risate, i due si prendono per mano, si avviano al blocco operatorio, si aprono le porte e il bimbo entra sorridendo, senza alcuna paura. Si addormenta sereno, con Spiderman nel cuore, e regalando una grande emozione a tutti.

«Missione compiuta per Il Ponte del Sorriso che, ancora una volta, grazie alla sensibilità del personale sanitario e alla disponibilità di Max, è riuscito con una medicina magica, la fantasia, a trasformare un evento traumatico per Tommaso, in un momento giocoso che lo ha aiutato ad affrontare e superare le sue paure. I bambini si addormentano in anestesia con l’ultima immagine che vedono, negli occhi che deve essere rassicurante, altrimenti si svegliano spaventati» sottolinea Emanuela Crivellaro.

«Un sentito ringraziamento ancora una volta a Il Ponte del Sorriso che come sempre ci completa con l'altra metà della cura. Al risveglio Tommaso ha chiesto sorridendo subito e solo di Spiderman, non ha nessun brutto ricordo, nel pomeriggio si è fatto visitare tranquillamente e sono sicura che essendo entrato in sala operatoria con il sorriso, affronterà anche il lungo postoperatorio con serenità» è il commento della dottoressa di Napoli.

I genitori hanno voluto ringraziare così: «Essere medico va al di là della buona professione e il modo migliore di provare gratitudine è esprimerla. Un ringraziamento particolare va alla dottoressa Di Napoli e a Il Ponte del Sorriso che hanno trasformato una giornata paurosa di un piccolo paziente in gioia e trepidazione. Spiderman ha donato al piccolo Tommaso felicità e sicurezza, creando un mondo fantastico dove rifugiare le sue paure più profonde, affrontando tutto con il sorriso e grande serenità. Siamo grati di cuore ai volontari di questa fondazione, a coloro che, dietro la maschera di super eroi donano, con la loro missione, i super poteri necessari ai bambini per affrontare le loro sfide della vita».

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore