/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 27 febbraio 2024, 14:42

VIDEO E FOTO. Che applausi! Alessia Crespi, alla Fashion week con il suo fiore del diavolo

La bustocca, 28 anni, ha partecipato alla manifestazione internazionale di Milano con una collezione di 17 abiti ispirati al fiore elegante e velenoso. «Così ho creato una dualità tra l’eleganza e il sexy. Insomma una collezione un po’ frizzantina»

VIDEO E FOTO. Che applausi! Alessia Crespi, alla Fashion week con il suo fiore del diavolo

Abiti sgargianti ispirati al fiore del diavolo, eleganti e sexy. C’era anche una bustocca alla Fashion week di Milano. C’era Alessia Crespi, 28 anni, con il suo brand: Fashion Lea. C’era una giovane che ha “sfilato” con stilisti di tutto il mondo. Ha saputo tenere alto il nome di Busto Arsizio nella manifestazione internazionale. E lo ha fatto con i suoi vestiti sgargianti. «Ho presentato una collezione di 17 abiti – spiega – Mi sono ispirata al fiore del diavolo, che ha la caratteristica di essere elegante ma anche velenoso. Così ho creato una dualità tra l’eleganza e il sexy. Insomma una collezione un po’ frizzantina».

A dare smalto alla collezione, quattro colori principali: arancione, nero, prugna e verde fluo, tessuti molto metallizzati, molto fluo, di sicuro impatto con giochi di pizzi, trasparenze, asimmetrie e tullet per creare forme piene e tonde come il fiore.

È il terzo anno che partecipa alla manifestazione internazionale, Alessia Crespi. Ma quest’anno ha stupito con la sua novità. «Mentre gli anni precedenti presentavo collezioni hip-hop – prosegue – quest’anno ho voluto cambiare. E nessuno se lo aspettava. Per me è stata un’esperienza unica, molto emozionante. Soprattutto quando ha sfilato un modello che proveniva dal Belgio».

E la sua partecipazione è stata premiata con tanto di targa, bouquet di Sanremo e un quadro di un artista.

Ma come è nata questa passione? Alessia lavora come commessa in una profumeria, lei cuce di notte, il suo sogno è sempre stato quello di diventare stilista, aprire un negozio, un laboratorio con le sue clienti. Una velleità che non pare essere troppo lontana, per Alessia Crespi.

Lei ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo della moda già quando era bambina, quando lavorava nel laboratorio della zia sarta. «Molto spesso andavo nel suo laboratorio – racconta – disegnavo, lei mi ha fatto imparare tanto. Poi ho frequentato l’istituto di moda Olga Fiorini e mi sono laureata alla Naba di Milano. Ho poco tempo: cucio di notte oppure nelle due mezze giornate libere che ho a disposizione. Del mio sogno ne abbiamo parlato. In ultimo ci terrei a ringraziare una persona: il consigliere comunale Alessandro Albani che mi ha sempre sostenuto, si è prestato a fare un servizio fotografico indossando uno dei miei primi gilet da uomo». 

GUARDA IL VIDEO

Laura Vignati

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore