/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 26 febbraio 2024, 13:38

Lavoro nero al mercato di Busto

Controlli serrati tra i commercianti del settore ortofrutticolo e giro di vite per contrastare il lavoro nero al mercato di piazzale dei Bersaglieri. Scoperti tre lavoratori con posizioni irregolari, di cui due sprovvisti di permesso di soggiorno. Sanzioni amministrative per 15 mila euro e violazioni per oltre 30 mila euro

Lavoro nero al mercato di Busto

Nel quadro della collaborazione avviata fra l'Ispettorato Territoriale di Varese, il Comando Provinciale dell'Arma dei Carabinieri e i Comandi di Polizia Locale della provincia, nella mattinata del 22 febbraio è stata effettuata un'attività di controllo nell’area del mercato principale di Busto Arsizio.

L'attività di controllo coordinato, che ha coinvolto 11 ispettori del lavoro, 13 operatori di polizia locale ed 8 carabinieri, ha riguardato gli imprenditori del mercato all'aperto di Piazzale dei Bersaglieri, in particolare indirizzata al controllo dei commercianti del settore ortofrutticolo.

L’attività ispettiva si è resa inoltre necessaria dalle numerose segnalazioni ricevute e dai riscontri ed accertamenti effettuati dal nuovo Nucleo di Presidio del Territorio e di Controllo dei Mercati, coordinato dalla Vicecommissario Bonazzoli, ed è stata finalizzata sia alla ricerca di eventuali irregolarità di carattere annonario e commerciale che di violazioni in materia di lavoro nero/irregolare, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

A seguito dei controlli, effettuati su sette imprese, sono state accertate 15 posizioni lavorative di cui 3 sono risultate irregolari e due lavoratori sono risultati sprovvisti di permesso di soggiorno e sottoposti a fotosegnalamento presso la Compagnia Carabinieri di Busto Arsizio.

L'ammontare delle sanzioni amministrative comminate per irregolarità in materia lavoristica è pari a circa 15 mila euro mentre quelle per violazioni a norme in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro ammontano a circa 30 mila euro ed hanno comportato la sospensione amministrativa di sei attività imprenditoriali.

In materia commerciale ed annonaria sono ancora in corso accertamenti d’ufficio circa le posizioni amministrative delle ditte controllate; tuttavia sono emerse altresì diverse violazioni sulla mancata o non corretta esposizione dei prezzi, sull’irregolare posizionamento dei prodotti alimentari ed in un caso sono state riscontrate irregolarità sulla pesatura dei prodotti al consumatore direttamente durante le operazioni di vendita.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore