Busto Arsizio - 24 febbraio 2024, 17:19

Lunedì l'ultimo saluto a Gipo Calloni: «Ci hai emozionato in campo e con i tuoi racconti»

I funerali dello storico giocatore della Pro Patria saranno celebrati nella chiesa dei Santi Apostoli. Le voci dei tifosi

Lunedì l'ultimo saluto a Gipo Calloni: «Ci hai emozionato in campo e con i tuoi racconti»

Lunedì Busto saluterà Gipo Calloni, bandiera della Pro Patria e giocatore stimato e applaudito in tutt'Italia. I funerali verranno celebrati alle ore 14 nella chiesa dei Santi Apostoli. Domani alle 20.30 sarà recitato il rosario. In questi giorni Gipo sarà nella sala del commiato Caccia Services a Busto in via Sempione 8/ter.

Intanto scorre un fiume di ricordi commossi per Gipo (QUI le prime reazioni) tra i tifosi e tra coloro che hanno avuto la fortuna di averlo conosciuto, sul campo e fuori.

«Gipo sempre nel cuore» come scrive lo storico capitano Paolo Tramezzani.

Dice Alberto Armiraglio, ex calciatore e presidente tigrotto: «Era innamorato della Pro Patria. La prima cosa di cui parlava. Anche quando è sopraggiunta la malattia, appena stava bene, allo Speroni era presente.  Io lo incontravo sempre volentieri in tutte le occasioni, l’argomento era sempre la Pro, proprio perché aveva un amore viscerale per la maglia biancoblù».

Non l'ha indossata per molti anni rispetto ad altri, ma è stato tempo di qualità. E poi lui era bustocco, un orgoglio poter essere un tigrotto. «Passione che ha trasmesso al figlio Luca».

Lo apprezzavano tutti, Gipo: dove è andato, ha saputo farsi stimare. Francesco Lamazza, ex ds della Pro, ricorda come allo stadio di Messina scorgesse tra le foto esposte, quella di Gipo, e ne avesse parlato con lui, emozionato: «Quando ero alla Pro, Gipo mi ha fatto sentire l'appartenenza bustocca. Era stato anche una bandiera del Messina e mi raccontava i suoi aneddoti. Era di una dolcezza... una persona perbene».

Massimo Tosi e quel filo che si chiama Pro Patria e Busto 81, ma soprattutto amicizia: «Una persona meravigliosa, sempre allegra, mai arrabbiata. E si è sempre dimostrato un amico anche quando avevo bisogno di consigli calcistici». 

 

Tutti i tifosi lo ricordano così. Porgendo le condoglianze a tutta la famiglia Calloni. «E un abbraccio a Luca - dice Lorenzo Pisani - che è stato presidente di 100 anni di Pro e tanto si è speso per i colori biancoblù... Al Gipo si voleva bene, un riferimento». Al figlio dedica un pensiero anche Marco Mariani: «Vorrei mandare un abbraccio fortissimo al mio caro amico Luca».

«Una persona gentile, buona e sempre sorridente, Buon viaggio, sarai sempre con noi!» ci scrive Lella, la tifosa che dispensa sempre caramelle ai gol dei tigrotti.  E Andrea Fazzari, responsabile del Pro Patria Museum: «Una persona dolcissima, sempre presente alle iniziative del museo e sempre con una buona parola per tutti.  Ci mancherà ma lo porteremo sempre nei nostri cuori».

Speciale sul campo e fuori, importante nel ruolo di formatore dei giovani: «Un uomo che con i suoi racconti ti emozionava. Ho avuto il privilegio di stare con lui sul campo con i ragazzi. Pochi come lui  Ti porterò sempre con me. Grazie di tutto» dice Luca Cirigliano. E ancora Marco Molteni: «Sempre sereno, persona umile, disponibile, grande giocatore e sportivo. Ciao Gipo!».

Commosso Giuseppe Solbiati: «Ciao Gipo, ormai non ho più nessuno con cui ricordare la Pro più grande per me. Salutameli tutti... ormai Magni ha quasi terminato le convocazioni per il campionato Lassù.  R.I.P.    Eravate fortissimi e lo sarete sempre nei nostri ricordi. Quel giorno l 'attacco schierata tre punte  : Tu GIPO, MUZZIO, PAGANI e appena dietro MALTINTI... roba da paura per qualsiasi avversario!».

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU