/ Ciclismo

Ciclismo | 22 febbraio 2024, 21:14

Binda, 95 anni e la voglia di stupire ancora. Presentata una stagione ciclistica sempre più ricca

Alla Elmec di Brunello il rendez-vous del ciclismo targato Varese per svelare un'annata in cui l'opera della storica società si farà sempre più importante. In platea anche il direttore della Vuelta Espana e il direttore generale dell'Associazione Internazionale Organizzatori Gare Ciclistiche. A sostenere la Binda anche sponsor e istituzioni

Binda, 95 anni e la voglia di stupire ancora. Presentata una stagione ciclistica sempre più ricca

I 95 anni della Società Ciclista Binda sono stati festeggiati questo pomeriggio alla Elmec di Brunello, in un rendez-vous che è valso a presentare una nuova, scoppiettante stagione ciclistica.

Davanti a tutti, come sempre, la Tre Valli Varesine, diventata ormai la decima corsa nel ranking mondiale - in base al punteggio attribuito dall’UCI (l’Unione Ciclistica Internazionale) ai partecipanti  - e arrivata all’edizione numero 103. L'appuntamento più importante si terrà martedì 8 ottobre 2024, e sarà come ormai da tradizione preceduto dalla Gravel Experience (sabato 5 ottobre), dalla Gran Fondo cronometro (sempre 5 ottobre) e seguito dalla Granfondo (domenica 6 ottobre). Martedì 8 ottobre sarà la volta anche della Tre Valli Varesine Women’s Race.

Il programma stagionale però prevede anche tanto altro: il Gran Premio Azzio (21 Aprile), dedicato ai Giovanissimi, la Piccola Tre Valli (5 maggio) che vedrà correre gli juniores, la Cicloscalata Brusimpiano-Ardena (19 maggio) per gli amatori, la Giovane Tre Valli (16 giugno) per i Giovanissimi e la Gara Allievi Bisuschio-Besano (14 luglio) per la categoria Allievi.

Sul palco della Elmec sono saliti tanti protagonisti della diffusa “alleanza” che riconosce nella Binda un’eccellenza del territorio e fa squadra per aiutarla: dagli sponsor alle istituzioni. Presenti tra gli altri, oltre al padrone di casa Rinaldo Ballerio, il presidente della provincia Marco Magrini, Emanuele Monti e Samuele Astuti di Regione Lombardia, gli assessori Ivana Perusin e Stefano Malerba del Comune di Varese, il sindaco di Casale Litta (comune da cui partirà la Piccola Tre Valli) Graziano Maffioli e l’assessore bustocco Maurizio Artusa.

Tra gli invitati anche Cordiano Dagnoni, presidente della FCI (Federazione Ciclistica Italiana), Kiko Garcia, direttore generale dell'Associazione Internazionale Organizzatori Gare Ciclistiche a livello mondiale, Sonia Martinez, direttrice della Vuelta Burgos gara donne, Ed Buchette, Tour de Luxembourg e Javier Guillen, direttore Vuelta Espana.

L’apertura e la chiosa, però, non potevano che essere dell’uomo più acclamato e diventato ormai un personaggio stimato in tutto il mondo del ciclismo internazionale, nonché vero catalizzatore di ogni energia: il presidente della società Renzo Oldani. Che dopo aver ringraziato i volontari e i membri del suo direttivo ha definito la storia della Binda «una storia sofferta e una storia di gioia. Proprio come il ciclismo, proprio come la vita».


Files:
 Progetto Binda 2024 low (3.7 MB)

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore