/ Politica

Politica | 05 dicembre 2023, 14:59

Gioielliere condannato, Pellicini: «Pugno nello stomaco al senso comune della nostra società»

Il deputato, segretario provinciale di Varese di Fratelli d’Italia: «In determinate situazioni lo stato di legittima difesa non può essere valutato a freddo, ma deve tenere conto della drammaticità del momento e della reazione alla paura»

Gioielliere condannato, Pellicini: «Pugno nello stomaco al senso comune della nostra società»

Sulla condanna a 17 anni del gioielliere Mario Roggero, che nel 2021 uccise due rapinatori in provincia di Cuneo, sono intervenuti anche diversi rappresentanti del mondo politico.
Lo fa anche il deputato Andrea Pellicini, da pochi giorni confermato alla guida di Fratelli d’Italia in provincia di Varese.

«La sentenza della Corte d’assise di Asti mi ha colpito – afferma –. Mi sono chiesto: quale può essere la reazione di un uomo dopo essere stato rapinato? Dopo che gli è stata puntata contro una pistola? Dopo che moglie e figlia sono state maltrattate e imbavagliate? Dopo aver provato paura per se stesso e per i suoi cari? Bisogna leggere le motivazioni della sentenza della Corte d’assise di Asti prima di poter criticare a ragion veduta la condanna a diciassette anni di reclusione del gioielliere che uccise due rapinatori e ne ferì un terzo, ma è indubbio che lo stato di agitazione e di terrore per quanto subito siano stati determinanti nella sua azione».

Pellicini, membro della commissione Giustizia della Camera, prosegue: «Davvero io credo che in determinate situazioni lo stato di legittima difesa non possa essere valutato a freddo ex post, ma debba tenere conto della drammaticità del momento e della reazione alla paura, che è diversa da uomo a uomo. E poi va considerata la scelta deliberata dei rapinatori di accettare il rischio della loro azione criminale. Ecco, anche senza leggere le motivazioni della sentenza, trovo che la condanna a diciassette anni per omicidio volontario del gioielliere sia un pugno nello stomaco al senso comune della nostra società, che non si fonda certamente sulla vendetta, ma sulla protezione di coloro che, soprattutto in condizioni di pericolo eccezionale, si difendono da brutali aggressioni criminali».

Redazione


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore