/ Varese dalla vetrina

Varese dalla vetrina | 26 settembre 2023, 07:57

VARESE DALLA VETRINA/9 - Passione, amicizia, famiglia. Trent’anni di tagli e sorrisi da Emiliano e Heidi

Il nostro viaggio tra i negozi storici ci porta oggi a Casciago, per quello che è ben più del parrucchiere del paese: da Emiliano Acconciature vengono a farsi i capelli uomini e donne da tutta la provincia. Merito di una collaborazione tra moglie e marito all’insegna dell’ascolto, dell’amore per quattro figli di cui andare orgogliosi, di piccole e grandi gentilezze e di un impegno smisurato: «Ah le ferie… Quest’anno abbiamo chiuso due giorni…»

Emiliano con la moglie Heidi in quello che in via Matteotti a Casciago è ben più che un parrucchiere (foto Ezio Macchi)

Emiliano con la moglie Heidi in quello che in via Matteotti a Casciago è ben più che un parrucchiere (foto Ezio Macchi)

In 30 anni ce ne sono di attimi, belli e brutti, che ti rimangano in testa. Frazioni di tempo, istanti, che invece di scorrere veloci e anonimi come gli altri, si fermano e restano lì, congelati.

Emiliano Ciotti, con ancora in mano le forbici dopo l’ultimo taglio, ci pensa su un secondo e poi va giù deciso: «Il più bel complimento ricevuto nella mia professione? È quello di un colonnello Nato, un inglese che lavorava in Italia e veniva sempre qui a tagliarsi i capelli. Il giorno prima di andare in pensione è arrivato con in mano una bottiglia di champagne e mi fa: “questo è un omaggio per tutto ciò che hai fatto per me”».

Passione, amicizia, famiglia: tre parole chiave per conoscere “Emiliano Acconciature” e i suoi protagonisti, ovvero appunto Emiliano e la moglie Heidi. Definirlo il parrucchiere di Casciago sarebbe assai riduttivo: nel negozio di via Matteotti, una realtà da 17 anni dopo i primi tempi di lavoro trascorsi giusto lì a fianco, vengono da tutto il Varesotto e non solo. Persone comuni, personalità di rilievo (su cui il nostro mantiene assoluto riserbo), sportivi (tra cui i “baskettari” Joe Isaac, Charlie Yelverton - prima di trasferirsi - e, nella sua parentesi varesina, persino il gigante Pavel Podkolzin, con i suoi 226 cm che faticavano a passare dalla porta) e politici.

Passione: ce n’è tanta. Talmente tanta da farlo lavorare tutti i giorni dalle 7 alle 20.40, con le vacanze ridotte all’osso, un agenda che scoppia di appuntamenti (perché da Emiliano e Heidi non si aspetta, uomo o donna che tu sia: si entra e si va subito sotto i “ferri”) e pure i lunedì impegnati: quello che dovrebbe essere il turno di riposo settimanale viene spesso infatti sacrificato ad acconciare chi non può proprio in altri momenti oppure nell’andare a domicilio di chi non riesce più a muoversi da casa. 

Eppure non era “scritto”: «Ero un po’ il classico ragazzo che non aveva voglia né di studiare, né di lavorare - racconta - A un certo punto, allora, decisi di andare a bottega da mio padre barbiere, pensando che non avrei faticato molto tutto sommato. E fu così, ma perché trovavo ogni volta una scusa: il motorino, l’uscita con gli amici, la mamma che aveva bisogno di qualcosa. Allora lui mi mandò da un collega a Masnago, dove improvvisamente mi innamorai di questa professione e in un anno imparai tutti i tagli base. Poi arrivarono un sacco di corsi, che mi appassionarono ancora di più, e - tornato dal militare - riuscii ad aprire la mia attività».

Il resto è una storia che a un certo punto, come tutte le storie migliori, acquisisce anche una protagonista femminile. Una compagna di vita diventata anche compagnia di lavoro: «Mia moglie è entrata in negozio 10 anni fa, dopo aver fatto la mamma e mille altri lavori. All’inizio è stata una scelta di necessità, ma si è trasformata presto in una collaborazione vera e propria. Lei segue tutta la parte femminile ed è diventata anche una tecnica dell’azienda Framesi, con cui collaboriamo: oggi va nei negozi che ne fanno richiesta a insegnare le tecniche di colorazione e decolorazione. Con Heidi ci ascoltiamo e ci aiutiamo a vicenda».

Abbiamo detto amicizia? Sì, ma anche famiglia, e a questo punto viene prima. Perché non è possibile parlare di Emiliano e di Heidi senza citare il corposo frutto del loro amore e del loro impegno: Beatrice, Caterina, Vittoria e Federico, una truppa numerosa e allegra che ogni tanto fa capolino anche in negozio, tra il telefono che squilla e i fon che vanno a manetta, e ti restituisce il senso del motto “se vuoi, puoi”. Lavoro, giornate piene, quattro figli: l’equilibrio sa esistere e qui lo si ricerca con il sorriso, oltre che con i sacrifici, anche nei momenti più duri.

L’aspetto umano - e passiamo all’amicizia - è un fiore all’occhiello di Emiliano, anche più della normalità degli altri parrucchieri: «Ho clienti alla quarta generazione o gente che aspetta di tornare dall’estero per poter venire a farsi i capelli. Da me trovano amicizia: si parla di tutto, dal lavoro ai problemi familiari. Si scherza e si sorride. L’aspetto umano non può non essere centrale nel mio lavoro». Ed è fatto anche di piccoli gesti: il caffè offerto, il brindisi nelle occasioni che contano, l’ombrello prestato quando piove…

Il suo presidio nel centro di Casciago ha visto mutare tutto in questi 30 anni: umanità, vicini («qui intorno non c’era un solo negozio uguale, quando ho aperto») e mode. «Dopo la parentesi del Covid vedo purtroppo la gente un po’ più volubile, individualista e riservata. I giovani? Sono timidi e indecisi, ma con me sempre molto educati. Sulle mode posso dire questo: ogni periodo ha le sue, la differenza sta soprattutto nel fatto che oggi anche l’uomo le segue e ha capito che farlo è un piacere da concedersi».

Il futuro? Si passa prima dal presente: «Per ora sono orgoglioso di quello che abbiamo costruito e di avere quattro figli meravigliosi che mi danno grandi soddisfazioni. Cambierei qualcosa? Beh, i ritmi di lavoro sono tosti, quest’anno abbiamo fatto praticamente due giorni di ferie… L’apoteosi per me sarebbe fare una settimana di vacanza ogni tre mesi di lavoro. Sarebbe comunque meno di un dipendente…».

Fabio Gandini e Andrea Confalonieri

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore