/ Politica

Politica | 18 settembre 2023, 11:37

Omicidio nautico, Pellicini: «Nuova legge deterrente perché non accadano più tragedie»

Questa mattina alla Camera il deputato varesino di Fratelli d’Italia ha aperto la discussione generale sulla proposta di legge che introduce i reati di omicidio nautico e di lesioni personali nautiche

Omicidio nautico, Pellicini: «Nuova legge deterrente perché non accadano più tragedie»

«In qualità di relatore del provvedimento, questa mattina in aula alla Camera ho aperto la discussione generale sulla proposta di legge che introduce i reati di omicidio nautico e di lesioni personali nautiche. Mercoledì la Camera potrà approvare in via definitiva la legge, in quanto il Senato aveva licenziato il medesimo testo il 23 febbraio del corrente anno».
Lo spiega il deputato varesino di Fratelli d’Italia Andrea Pellicini.

«La novella legislativa – prosegue – equipara dal punto di vista sanzionatorio questi reati all’omicidio stradale e alle lesioni personali stradali, con una pena base da due a sette anni di reclusione per l’omicidio nautico, che si alza notevolmente in caso di reato commesso conducendo una unità da diporto in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di droghe.

Le pene possono arrivare a diciotto anni di reclusione in caso di omicidio nautico plurimo, come fu quello del 19 giugno 2021 sul lago di Garda quando un motoscafo condotto da due tedeschi sotto l’effetto dell’alcool travolse e uccise Greta Nedrotti e Umberto Garzarella, di venticinque e trentasei anni.

Questo tragico fatto precedette solo di pochi giorni quello occorso sul lago di Como il 25 giungo 2021, quando un motoscafo potente guidato da una giovane turista belga travolse una barca ferma su cui si trovavano tre ragazzi, uccidendo il ventiduenne Luca Fusi, universitario della Bocconi e strappandolo all’affetto della sua famiglia.

La legge, voluta dal senatore Balboni di Fratelli d’Italia, ha il principale scopo di fungere da deterrente perché fatti del genere non accadano più. Visto il continuo e positivo sviluppo della nautica e della cantieristica, le istituzioni hanno il dovere di diffondere tra gli appassionati la cultura della navigazione sicura e rispettosa delle regole fondamentali di prudenza.

Sono cresciuto a Luino sul lago Maggiore e fin da piccolo sono andato in barca a vela. Il mondo delle barche è unico e speciale. Il modo migliore di amarle è però quello di condurle con saggezza nel rispetto del prossimo e dell’ambiente».

Redazione


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore