/ Territorio

Territorio | 22 giugno 2023, 16:12

Addio a Umberto Belletti, un uomo d'altri tempi da cui è nata una grande famiglia

Si è spento a 89 anni un personaggio unico e insostituibile: presidente onorario della Varesina, si è fatto voler bene da tutti. Insieme alla sua Ebe, Umberto ha iniziato un'avventura chiamata Scoiattolo che è diventata l'orgoglio del territorio

Max Di Caro e l'amatissimo nonno Umberto Belletti

Max Di Caro e l'amatissimo nonno Umberto Belletti

Un uomo d'altri tempi, insostituibile e unico. La Varesina annuncia la scomparsa di Umberto Belletti, molto più che un presidente onorario del club. Belletti è la persona che più di tutte rappresenta l'inizio di un sogno chiamato Scoiattolo e, con la sua Ebe, di una famiglia fondata sui valori, sulla parola data, sulla riconoscenza verso il territorio ma, soprattutto, in ditta o sul campo, sulla passione. Ecco, Umberto Belletti è stato e sarà sempre sinonimo di quella passione che la sua famiglia, diventata un po' anche la nostra famiglia non solo grazie a Lino, Max e Matteo Di Caro - proprio quel Matteo che gli aveva regalato l'ennesima gioia da bisnonno con la nascita del piccolo Giulio -  difenderà sempre.

Alla famiglia di Umberto Belletti, dalla sua carissima Ebe alle figlie Giancarla e Annamaria a Giuseppe e Lino e ai nipoti Valentina, Max e Matteo, da Alessandro alle due Alice e ai bisnipoti Nicolò, Matteo e Giulio le condoglianze e l'abbraccio di VareseNoi.

L'addio della Varesina a Umberto Belletti

La società Varesina si stringe in un abbraccio pieno d’amore, riconoscenza ed emozione per la scomparsa del Nostro Presidente Onorario Umberto Belletti, che si è spento all’età di 89 anni.

Un uomo a cui è stato impossibile non voler bene, per chiunque lo abbia incontrato in questi anni, sia con una conoscenza più profonda, sia per chi ha avuto modo di viverlo con una semplice chiacchierata.

Un uomo pieno di passione, d’amore e di sogni. Un uomo capace di costruire, di far crescere, insieme alla sua inseparabile Ebe e alla sua splendida e allargata famiglia.

Visionario, sognatore e fortemente convinto delle sue idee e del suo percorso. Appassionato come non mai di calcio, sempre presente finché la salute lo ha concesso, soprattutto coi suoi giovani, con la sua Juniores.

“La Tua essenza e il tuo ricordo sopravviveranno nella memoria di quanti ti hanno conosciuto e amato”.

Ciao Pres, grazie di tutto.

A.C.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore