/ Varese

Varese | 14 giugno 2023, 13:54

Alpini e Capolago, la sinergia che rinnova l’appuntamento con la festa della tradizione

Non c’è estate varesina senza l’appuntamento di via Porticciolo, a due passi dal lago. Dieci giorni, dal 14 al 23 luglio, in cui i fornelli non si spegneranno mai, sia per i pranzi sia per le cene. Chiusura con la tradizionale sfilata e con la Messa. Tra le specialità culinarie polenta con l’asino e pasta e fagioli

Apre il 14 luglio la Festa degli Alpini di Capolago

Apre il 14 luglio la Festa degli Alpini di Capolago

Uno degli appuntamenti più sentiti e più tradizionali dell’estate varesina farà ritorno nel mese di luglio: è la Festa degli Alpini di Capolago.

Dal 14 al 23 luglio, dieci giorni no-stop di tavolate, pronte ad accogliere i numerosi varesini, e non solo, abbonati ormai al "rancio alpino" servito, come sempre, in via del Porticciolo, a due passi dalle sponde del lago di Varese. Oltre la cinquantina i tavoli che verranno allestiti.

Si parte venerdì 14 luglio, dalle 18, e da lì in poi, cuochi sempre al lavoro sia a pranzo sia a cena, fino alla domenica successiva, quando ci sarà la classica celebrazione a chiudere la festa: dopo il ritrovo alle 9.30 presso il luogo della festa, ci sarà la sfilata per le vie del paese, a cui parteciperanno diversi gruppi di Alpini della provincia e autorità locali, fino alla chiesa parrocchiale di Capolago, dove verrà celebrata la Santa Messa. Poi aperitivo in sede e ultima giornata di festa.

In attesa del menù completo, facile immaginare che non mancheranno, tra le altre cose, pasta e fagioli, fritto misto, filetto di persico e il fiore all’occhiello dell’asino con la polenta.

Lorenzo D'Angelo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore