/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 14 giugno 2023, 17:23

Caccia al benefattore silenzioso con il premio in memoria di Olga Boni

Per la patronale di sabato 24 giugno a Busto Arsizio istituito un nuovo riconoscimento dedicato alla figura dell'ex assessore ai Servizi sociali, colonna del volontariato lontano dai riflettori. Ecco come segnalare

Caccia al benefattore silenzioso con il premio in memoria di Olga Boni

Un nuovo premio per la Giornata del ringraziamento del 24 giugno: sarà dedicato alla figura di Olga Boni - scomparsa a 86 anni, nel 2019 e mira a riconoscere persone generose e silenziose nel loro impegno per gli altri.

Difficili da "stanare" per un applauso, per questo motivo nell'istituire il riconoscimento ci si rivolge a Busto per individuare la persona giusta. 

Bisogna segnalare in tempi brevi perché la cerimonia civica della patronale d Busto si svolgerà la sera del 24 giugno in piazza San Giovanni. Come anticipato non vedrà la consegna della civica benemerenza - LEGGI QUI - ma altri attestati. Tra cui questo nuovo.

«Su proposta dell’assessore Paola Reguzzoni - spiega infatti il Comune in un comunicato - la giunta ha istituito il premio Olga Boni, dedicato all’ex-assessore ai Servizi Sociali, storica figura di riferimento del mondo del volontariato e dell’aiuto ai bisognosi della Città, avendo condotto una vita al servizio dei più deboli e avendo svolto volontariato nei contesti più critici, come quello del carcere».

La finalità è proprio premiare persone come lei, sabato 24, valorizzando la sua memoria: «Sarà attribuito a coloro che si impegnano in attività di beneficenza, in silenzio e in maniera riservata. È insomma dedicato a chi ha fatto della generosità il proprio stile di vita, pensando più agli altri che a se stesso, senza mai apparire. Il premio contribuirà inoltre a diffondere i valori di solidarietà e inclusione sociale in particolare tra le nuove generazioni».

C'è poco tempo per procedere. Le candidature potranno essere inviate da persone, organizzazioni non profit o comunità locali usando il modulo a questo LINK: potranno anche essere promosse d’ufficio dal Sindaco o dagli Assessori competenti.

Quali sono i requisiti? Così precisa la giunta Antonelli: «La persona o l'organizzazione segnalate devono aver svolto attività di beneficenza dimostrabili e significative, il tutto senza cercare di apparire, meglio se in forma anonima, e con l'intenzione di ispirare a uguali comportamenti. Il contenuto economico delle attività di beneficenza sarà trascurabile rispetto alle diverse forme di generosità che possono essere attivate anche in rapporto alle condizioni di chi dona. Sarà la giunta, su proposta dell’assessore competente, a deliberare l’attribuzione del premio».

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore