/ Gallarate

Gallarate | 08 giugno 2023, 23:16

Gallarate: mille telefonini illuminano il Sant’Antonio Abate

Un successo la manifestazione “Riaccendiamo insieme il nostro ospedale” , a sostegno del nosocomio gallaratese. Promossa dalle realtà del Terzo Settore, ha portato in piazza centinaia di persone, provenienti da tutto il territorio. Lo slogan: “La salute è un diritto”

Gallarate: mille telefonini illuminano il Sant’Antonio Abate

«Ci sono almeno 1.500 persone». «No, come minimo siamo 2.000». La tentazione della conta è sempre in agguato quando si svolgono manifestazioni pubbliche. Quella in sostegno al Sant’Antonio Abate e alla sanità territoriale, indetta dalle realtà del Terzo Settore e andata in scena a Gallarate, tra piazza Giovine Italia e l’ingresso dell’ospedale cittadino, non  ha fatto eccezione. Ma, al di là dei numeri, è stato il colpo d’occhio a impressionare.

I partecipanti, forse più numerosi rispetto alle stesse previsioni degli organizzatori, hanno sfilato con pacatezza e determinazione a difesa del “loro” ospedale. Hanno rispettato la consegna di evitare bandiere e simboli che potessero connotare l’iniziativa. Per la maggior parte erano gallaratesi, ma in tanti sono sono arrivati da Busto Arsizio, da Cassano Magnago, in generale dai comuni della zona. La rivendicazione: le associazioni operano esclusivamente per il bene comune, che passa attraverso il diritto alla salute. La scelta del punto di partenza: «Piazza Giovine Italia non è centrale, ben rappresenta i bisogni nascosti». Pensieri rivolti alle vittime di patologie, in particolare del Covid, e «…dei limiti che affliggono la Sanità». Ma anche al personale dell’ospedale, a quanti, in contemporanea alla manifestazione, erano al lavoro. Tante le sedie a rotelle.

Lo striscione con il monito “La salute è un diritto” ha raggiunto l’ingresso dell’ospedale. Nonostante il comportamento attento dei presenti, il servizio d’ordine ha avuto il suo daffare nel contenere la massa dei manifestanti. Davanti alle porte che quotidianamente varcano quanti sono in cerca di salute, è stata data lettura al comunicato stampa che riepiloga le ragioni della mobilitazione, fra gli applausi.

Gallarate e il territorio hanno lanciato un segnale. La prima vera chiamata a raccolta per sostenere il Sant’Antonio Abate, per chiedere il mantenimento dei servizi storicamente offerti alla popolazione, di fragili e non, per manifestare solidarietà al personale del nosocomio, costretto a operare in condizioni sempre più difficili, per portare in piazza le esigenze espresse con preoccupazione crescente da pazienti e famiglie, ha superato le aspettative.

È finita con una “fiaccolata di telefonini”, accesi nella penombra della sera. E centinaia di perone a scandire: «La salute è un diritto»

Stefano Tosi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore