/ Scuola

Scuola | 25 maggio 2023, 18:03

Giornata dei minorenni scomparsi, anche la Questura di Varese in campo: «Denunciate gli episodi di cyberbullismo»

In occasione della giornata di sensibilizzazione la Squadra Volanti e gli operatori specializzati nel contrasto del disagio giovanile della Questura di Varese hanno distribuito materiale informativo agli studenti delle scuole

Giornata dei minorenni scomparsi, anche la Questura di Varese in campo: «Denunciate gli episodi di cyberbullismo»

La Polizia di Stato ha indetto un’iniziativa di sensibilizzazione in occasione della Giornata Internazionale sui Minori Scomparsi.

La Squadra Volanti, unitamente ad operatori specializzati nel contrasto del cyberbullismo e problematiche relative al disagio giovanile della Questura di Varese, hanno presenziato nella zona delle scuole, distribuendo dépliant informativi promossi dalla Direzione Centrale Anticrimine del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, recanti informazioni e numeri utili da contattare in caso di necessità. L’occasione è propizia per ricordate la rilevanza delle criticità che affrontano i giovani, problemi che talvolta sono erroneamente ritenuti insormontabili e che in casi estremi li conducono ad abbandonare la famiglia e i loro affetti. 

A tal proposito, nell’ottica di assicurare una maggior tutela dei minori, vi è la possibilità di richiedere la pubblicazione di foto e informazioni riguardanti casi di minori scomparsi sul sito web “it.globalmissingkids.org”, gestito dalla Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, previa acquisizione della necessaria autorizzazione da parte degli esercenti della responsabilità genitoriale. «Ai giovani in difficoltà rivolgiamo l’invito di rivolgersi sempre agli operatori della Polizia di Stato, pronti ad ascoltare e fornire supporto e protezione» fanno sapere dalla polizia. 

I ragazzi vittime di cyberbullismo, anche se minorenni, possono richiedere al Questore la misura dell’ammonimento per cyberbullismo, quando colpiti da condotte persecutorie ad opera di altri minori per mezzo dell’uso della rete, quali ad esempio social network, conversazioni via chat e giochi online.

Nel corso dei primi mesi dell'anno il Questore di Varese ha già emesso 3 provvedimenti di ammonimento per cyberbullismo e due ulteriori casi sono attualmente in trattazione. Spesso le vittime di cyberbullismo si isolano e provano timore: nessuna vergogna, dunque, ma in caso di pericolo è importante rivolgersi quanto prima alla Polizia di Stato, contattando il 112.

È importante ricordare che è altresì disponibile l’App Youpol, che consente di segnalare alla Polizia di Stato casi di bullismo e cyberbullismo in forma del tutto anonima.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore