/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 22 maggio 2023, 15:21

Quel Manzoni che spende 80mila lire per pubblicare diecimila copie dei Promessi sposi...

Un aneddoto sulla vita dello “scrittore dai 25 lettori” di cui oggi, 22 maggio, ricorrono i 150 anni dalla morte. Dopo l’esposizione delle due edizioni del fortunato romanzo al battistero in piazza San Giovanni, la ventisettana e la quarantana, proseguono le iniziative bustesi per onorare il grande autore milanese

Quel Manzoni che spende 80mila lire per pubblicare diecimila copie dei Promessi sposi...

Pensava a un pubblico di venticinque lettori e quando pubblica l’ultima edizione dei Promessi sposi, la quarantana, fa stampare 10mila copie investendo 80mila lire, ma riesce a incassarne solo la metà.

Mai Alessandro Manzoni avrebbe immaginato che la sua opera diventasse un best seller mondiale e che fosse uno step d’obbligo per la formazione degli studenti delle scuole secondarie di tutt’Italia. Così quando ha pubblicato la quarantana, l’edizione dopo “Il Fermo e Lucia” e la ventisettana, ha venduto solo la metà delle copie che aveva fatto pubblicare e le rimanenti pensò bene di donarle successivamente agli studenti delle elementari del Comune di Milano perché imparassero la lingua. E questo atto generoso rientrava nella teoria manzoniana secondo cui si poteva diffondere la conoscenza della lingua italiana proprio attraverso il romanzo, oltre che inviando maestri fiorentina a insegnare nelle scuole.

È solo una delle tante curiosità che avvolgono la figura dello scrittore dei Promessi sposi, di cui esattamente oggi, 22 maggio, ricorrono i 150 anni dalla morte: 1873-2023. Ed è un particolare emerso nella spiegazione del direttore della Capitolare Salvatore Bollini Marcora intervenuto a spiegare alla Famiglia Bustocca, accanto all’ex direttore Franco Bertolli, le due edizioni dei Promessi sposi che Busto Arsizio vanta e che per quattro giorni hanno fatto bella mostra di sé al battistero in piazza San Giovanni (leggi QUI).

Intanto prosegue il calendario delle iniziative bustocche per ricordare lo scrittore milanese. Mercoledì 24 una serata tutta bustocca onora l’autore dei Promessi sposi. A villa Calcaterra alle 21 viene presentato il libro “made in Busto Arsizio”, “I du muusi dul lagu da Com”, una traduzione in dialetto bustocco con disegni di Silvia Cassani delle pagine più significative dei Promessi sposi. Verranno letti brani da parte degli autori e commentati i testi e le immagini.

Altro appuntamento, sabato 27 maggio: alla scuola primaria Manzoni va in scena uno spettacolo a tema nell’ambito della festa della scuola per commemorare l’importante anniversario dell’autore cui è dedicata la scuola.

Il giorno successivo, domenica 28 maggio, alle 10.30 a palazzo Marliani Cicogna, Civiche raccolte d’arte, viene inaugurato un percorso manzoniano interattivo a cura dell’Ufficio Musei. Si tratta di un itinerario inedito per scoprire i legami del Manzoni con la città di Busto Arsizio. La partenza è alle Civiche Raccolte d’arte e la conclusione al museo del tessile.

Ancora spazio ad Alessandro Manzoni in giugno: giovedì 15 alle 21 nella sala conferenze del museo del tessile si tiene uno spettacolo di teatro canzone dell’associazione Festival del teatro e della comicità città di Luino Lago Maggiore dal titolo “Alessandro Manzoni dal Lazzaretto ai monti, la lunga strada del perdono”.

Sono previsti inoltre dei percorsi guidati alla scoperta di alcuni tratti inediti che faranno riscoprire un “Insolito Manzoni” per le vie del centro sabato 17 giugno dalle 10 alle 11.30, nelle Civiche raccolte d’arte di Palazzo Marliani Cicogna mercoledì 21 giugno dalle 21 alle 22 e al museo del tessile mercoledì 28 giugno dalle 21 alle 22.

Anche la biblioteca comunale ha allestito una bibliografia tematica per celebrare e approfondire le opere dello scrittore.

Laura Vignati

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore