/ Territorio

Territorio | 20 maggio 2023, 07:30

«Il vandalismo? Pensa bene alle conseguenze». Il "verdetto" dei giovani

Un processo, orchestrato dal consiglio dei ragazzi di Ferno, illumina su cosa può accadere con un atto vandalico. Il sindaco: «Giovani sorprendenti»

«Il vandalismo? Pensa bene alle conseguenze». Il "verdetto" dei giovani

Meglio pensarci prima. Una frase disarmante ed efficace, una riflessione firmata dal consiglio dei ragazzi: i giovani, con la loro serietà e la loro passione, hanno colpito il sindaco di Ferno Sarah Foti.

Il paese ha vissuto il problema dei vandalismi, anche recentemente. LEGGI QUI Nell'assemblea che vede impegnate le nuove generazioni, si è innescato un confronto. Perché quella e altre volte, è stato uno sfregio alla cosa pubblica per fortuna senza conseguenze per le persone. Ma non è scontato che sia così.

In un percorso ampio - LEGGI QUI - si innesca la simulazione di un processo su un atto vandalico appunto: «Un'esperienza straordinaria, particolare per i ragazzi - dice il sindaco - si sono cimentati in una simulazione su un caso concreto legato a un atto vandalico, motivato dal nulla». Un'espressione chiave, perché pur non esistendo mai una ragione "valida" per compiere gesti simili, è lo stesso vuoto di motivi che fa scuotere il capo.

Nell'episodio ipotizzato, le telecamere riprendono tutto e le conseguenze sono tragiche. Il sasso che infrange la finestra dello spogliatoio, colpisce una persona e la uccide. «I ragazzi erano preparati e attenti - dice Foti - Sono stati sorprendenti. i sono divisi i ruoli. C'erano i quattro "imputati" con gli avvocati, i pm, i giudici. Sono state condivise delle riflessioni, a partire da quella per cui ogni azione ha una conseguenza». Non misurabile, con effetti potenzialmente nefasti, come in questo caso. 

Qual è l'antidoto, per così dire? «Pensare con la propria testa». I ragazzi hanno impressionato per la loro serietà e sono stati accompagnati da due avvocati adulti: Marina Piantanida e Renata Castano. 

Gli "imputati" hanno dovuto rispondere di danni alla cosa pubblica e omicidio colposo. Tutto evitabile, risparmiando dolore e lutto, se avessero soppesato le proprie azioni: è il messaggio forte e chiaro messo a fuoco dai giovani.

Marilena Lualdi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore