/ Basket

Basket | 19 maggio 2023, 13:20

Partono da Varese le riprese del primo documentario sulla leggenda del basket Dino Meneghin

I primi ciak del film, dal 24 al 26 maggio, al Palazzetto dello Sport di Masnago, dove è nato e si è affermato il mito di Dino Meneghin. Nel racconto, le voci del figlio Andrea, della moglie Caterina e degli storici allenatori che lo hanno guidato e accompagnato: Sandro Gamba e Dan Peterson

Partono da Varese le riprese del primo documentario sulla leggenda del basket Dino Meneghin

Il mito Meneghin ancora a Varese. I primi ciak del film, dal 24 al 26 maggio, saranno al Palazzetto dello Sport di Masnago, dove è nato e si è affermato il mito di Dino Meneghin, che per l’occasione sarà presente alle riprese. Parte dunque da Varese, com'è stato per la leggendaria carriera sportiva, il racconto della vita del più grande cestista italiano, tra le più grandi leggende dello sport italiano: Dino Meneghin.

Il 24 maggio inizieranno le riprese. Prodotto da Solaria Film ed Echivisivi, in collaborazione con Rai Documentari, “Meneghin - Storia del più grande cestista italiano” sarà un viaggio in una delle più emozionanti storie che lo sport italiano abbia regalato ai suoi appassionati.

«Per me è una grande gratificazione - commenta Dino Meneghin -. Il mio auspicio, come è sempre stato per tutta la mia vita, è che questo film documentario possa servire per portare più attenzione possibile su quello che è e rimane nel mondo uno degli sport più coinvolgenti, emozionanti e seguiti. Spero possa soprattutto essere da esempio e stimolare i più giovani ad avvicinarsi al basket: non conosco modo migliore per crescere ed imparare a vivere».

SuperDino”, come spesso era chiamato dai suoi sostenitori, ha rappresentato un intero movimento sportivo, forse come nessun altro campione. Indomabile, combattivo, tenace, esempio fuori e dentro al campo, raro caso di longevità sportiva, ha unito i tifosi di tutte le squadre con la sua immagine di atleta integerrimo.

Da un’idea di Samuele Rossi, che ne cura la regia, e scritto assieme a Lorenzo Bagnatori, l’opera ripercorrerà cronologicamente la carriera di Meneghin dall’infanzia a quello che viene ritenuto il suo apice sportivo: la mitica finale di Coppa Europa nella quale la Tracer Milano salì sul tetto d’Europa dopo 21 anni, trascinata da uno sfinito, ma indomabile, Dino Meneghin, ormai trentasettenne.

«Il film documentario su Dino - commenta il regista Samuele Rossi – è l’opportunità di unire le mie due grandi passioni: cinema e basket. Farlo attraverso una delle sue figure più mitiche è stato consequenziale. Nessuno ha mai raccontato le straordinarie gesta di Meneghin. Finalmente riempiamo quel vuoto. E siamo ben felici che Rai abbia accolto questa sfida. Sarà un inno allo sport e ai suoi valori. L’intenzione è competere con le più grandi produzioni sportive internazionali dove narrazioni innovative hanno saputo coinvolgere milioni di spettatori intrecciando epica ed emozione, passione sportiva e valori universali».

Nel docufilm, oltre all’emozionato racconto di Meneghin, le voci esclusive di familiari (il figlio Andrea, la moglie Caterina), i compagni di squadra e gli storici allenatori che lo hanno guidato, su tutti Sandro Gamba e Dan Peterson.

«Vogliamo continuare a raccontare lo sport - dichiara il produttore Emanuele Nespeca – così come abbiamo fatto con la precedente produzione sui fratelli Abbagnale. È una direzione che stiamo costruendo con convinzione visto quanto lo sport e solo lo sport può far riscoprire alcuni valori fondamentali della vita come il sacrificio e la forza di volontà».

La produzione è Solaria Film (Emanuele Nespeca) e Echivisivi (Giuseppe Cassaro e Samuele Rossi) in collaborazione con Rai Documentari.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore