/ Attualità

Attualità | 13 aprile 2023, 21:53

«Ciao Craig, eri un amico e una persona semplice ed entusiasta che viveva per il rally. Che emozione insieme in Giappone»

Il campione mondiale Mauro Miele ricorda il pilota irlandese di rally Craig Breen, scomparso oggi in un incidente in Croazia. Quel messaggio di congratulazioni quando l'olgiatese vinse il titolo

La foto insieme in Giappone e le congratulazioni di Craig a Mauro lo scorso anno

La foto insieme in Giappone e le congratulazioni di Craig a Mauro lo scorso anno

«Mauro Miele campione del mondo... non c'è parole». Il messaggio del pilota irlandese Craig Breen con il tricolore, postato per celebrare il titolo dell'amico, oggi è un ricordo triste e dolcissimo allo stesso tempo per Mauro e tutta la sua famiglia.

Perché il pilota di rally scomparso oggi in un incidente in Croazia a 33 anni, faceva parte della famiglia. Quelle congratulazioni andavano a tutto il team di DreamOne Racing, a Simone Miele... E poi c'è una foto stupenda, che Rosanna, la moglie di Mauro, ha pubblicato: i due amici sorridenti insieme alla Power Stage in Giappone.

«Lui l'ha vinta - racconta commosso Mauro - Io sono arrivato secondo e mi è dispiaciuto da una parte, ma ero contento che fosse stato lui a battermi». Era stato comunque un immenso risultato per Miele, intanto campione del mondo, e una soddisfazione per Breen. 

Craig era davvero speciale: «Non potevi non essergli amico - spiega il campione olgiatese - Era una persona talmente semplice e talmente appassionata, prima di essere un pilota. Aveva un grande entusiasmo e si interessava a tutto. Ci conosciamo da tanti anni e poi da quando ho fatto il mondiale ci trovavamo alle gare. C'era un'ammirazione reciproca«. Ed era bello chiedere consigli nell'affrontare le gare.

Nel 2012 - ricorda ancora Mauro - ebbe un incidente in Italia: ne uscì illeso, ma perse la vita il suo navigatore. Il destino oggi ha colpito ancora: Craig è rimasto vittima di questa tragedia, il suo copilota James Fulton non ha riportato conseguenze.

Il dolore di chi l'ha conosciuto e ha condiviso la passione per il rally è immenso. «Lui viveva per questo sport - dice Mauro - era vicinissimo alla prima vittoria quest'anno... Settimana prossima dobbiamo correre proprio lì in Croazia». Con un groppo alla gola, ma anche un'immensa gratitudine per aver percorso un tratto di strada della vita importante con quest'uomo e pilota speciale.

Così l'ha salutato DreamOne Racing su Facebook: «È una giornata davvero nera per il nostro amato sport, il nostro amico Craig ci ha lasciato. Siamo davvero senza parole e affranti, ti ricorderemo sempre con grande affetto e amicizia».

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore